Putin e il cancro: come sta? Ultime news sullo stato di salute dello Zar

Vladimir Putin e il cancro, come sta il Presidente russo? Tutte le ultime indiscrezioni sullo stato di salute dell'autoritario leader del Cremlino.

Vladimir Putin e il cancro, come sta il leader della Federazione RussaLe ultime news sullo stato di salute dello Zar, che secondo le voci soffrirebbe di un tumore al pancreas. Per l’intelligence americana, il Presidente russo si è sottoposto a delle cure in Aprile.

Putin e il cancro, come sta: prove, indizi e stato di salute del Presidente russo

Continuano a circolare voci e indiscrezioni sull’attuale stato di salute del Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin.

In base ai rapporti dell’intelligence statunitense, il leader del Cremlino soffrirebbe di cancro in stato avanzato. Secondo quanto riportato dalla testata Newsweek, Putin si sarebbe sottoposto a delle cure lo scorso Aprile.

Il giornalista israeliano Mark Kotlyarsky ha annunciato sul suo canale televisivo personale informazioni ancor più dettagliate. Per le fonti di Mosca di Kotlyarsky, lo Zar soffrirebbe di un grave tumore al pancreas, per il quale si starebbe preparando ad un intervento d’urgenza il centro di ricerca oncologico NN Blokhin di Mosca.

Il tumore che affligge l’autoritario leader della Russia, che a ottobre compie 70 anni, pare sia difficilmente curabile. In base alle stime dei medici, divulgate dall’intelligence ucraina, a Putin sarebbero rimasti solo tre anni di vita.

L’intelligence americana: “Paranoico e isolato, è sfuggito a un attentato”

Le condizioni di salute precarie del Presidente russo avrebbe contribuito, secondo l’intelligence americana, alle sue decisioni ed azioni sempre più aggressive.

I rapporti dei servizi segreti descrivono la crescente paranoia del leader russo, che sarebbe sfuggito ad un attentato ai suoi danni lo scorso marzo. Putin avrebbe cominciato ad isolarsi sempre di più, il che renderebbe difficile valutare il suo stato psicologico e imprevedibile l’evoluzione futura della guerra in Ucraina.

La stretta ferrea sul paese di Putin pare stia cominciando ad indebolirsi, creando terreno fertile per un possibile colpo di stato, come afferma una fonte di Newsweek: “Le lotte all’interno del Cremlino non sono mai state così intense durante il suo governo, tutti avvertono che la fine è vicina.

Quello che sappiamo è che c’è un iceberg là fuori, anche se coperto dalla nebbia”.

La prospettiva di una morte prematura di Putin preoccupa i funzionari dei servizi segreti americani: “Dobbiamo essere proattivi, un eventuale vuoto di potere dopo Putin potrebbe essere pericoloso per il mondo. Se sia destinato a morire presto è materia di pura speculazione. Quel che è certo è che è ancora pericoloso, e che se dovesse morire si aprirebbe un periodo di caos.

Dobbiamo concentrarci su questo, ed essere pronti”. 

La risposta di Lavrov: “Putin sta bene, fake news occidentale”

Il Cremlino, negli ultimi giorni, si è fatto in quattro per smentire le informazioni riferite dai servizi segreti americani. In un’intervista alla tv francese TF1, il Ministro degli esteri Sergey Lavrov ha negato che Putin sia in uno stato di salute precario e considera le ultime indiscrezioni una fake news occidentale: Putin non è malato.

Non credo che le persone sane di mente possano vedere in questa persona i segni di un qualche tipo di malattia o disturbo. Il presidente Putin appare in pubblico ogni giorno. Potete vederlo sugli schermi della tv, potete leggere i suoi discorsi, potete ascoltare i suoi discorsi”.