Eurovision 2023 in Ucraina. Zelensky dichiara: “Vogliamo farlo a Mariupol”

Eurovision 2023 in Ucraina: subito dopo la fine dell'edizione che si è svolta a Torino in Italia, si pensa già al prossimo anno.

Eurovision 2023 in Ucraina: mentre è calato il sipario sul palco di Torino per l’edizione 2022, si pensa già al prossimo anno che dovrebbe essere nella terra dei vincitori di questa edizione, salvo che il conflitto sia terminato.

Eurovision 2023 in Ucraina

L’Eurovision Song Contest 2023 sarà la 67ª edizione dell’annuale evento musicale. La prossima edizione si svolgerà nel 2023 in Ucraina, grazie alla vittoria della  Kalush Orchestra con il brano Stefania.

“Questa vittoria è per tutti gli ucraini.

Slava Ukraini!”, ha urlato il cantante Oleh Psjuk subito dopo l’annuncio della vittoria. “Per favore aiutate l’Ucraina e Mariupol, aiutate Azovstal, ora”, aveva detto alla fine dell’esibizione – accolta dall’ovazione del pubblico -, rischiando anche la squalifica dato che il regolamento della manifestazione non accetta messaggi politici sul palco.

Zelensky dichiara: “Vogliamo farlo a Mariupol”

Dopo la vittoria della delegazione ucraina all‘Eurovision Song Contest 2022, il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha scritto sui social: “Il nostro coraggio impressiona il mondo, la nostra musica conquista l’Europa”.

Poi ha aggiunto: “L’anno prossimo l’Ucraina ospiterà l’Eurovision per la terza volta nella storia. Faremo tutto il possibile affinché possa essere Mariupol la città ospitante”.

Prima della finale, il presidente aveva incoraggiato l’orchestra: “Molto presto nella finale dell’Eurovision, il continente e il mondo intero ascolteranno le parole della nostra terra. Credo che, alla fine, questa parola sarà “Vittoria”! Sosteniamo i nostri connazionali, sosteniamo l’Ucraina!”

LEGGI ANCHE: Eurovision 2022, cos’è successo a Laura Pausini? Assente per 20 minuti