Di cosa parla “Stefania”, canzone dei Kalush Orchestra all’Eurovision 2022: testo, significato, traduzione

Di cosa parla "Stefania", la canzone dei Kalush Orchestra? La band hip-hop rappresenta l'Ucraina all'Eurovision 2022 a Torino.

Di cosa parla Stefania, canzone dei Kalush Orchestra all’Eurovision 2022Il brano della band hip-hop ucraina ha colpito il pubblico internazionale il suo ritmo e le sue sonorità folk. L’Ucraina è considerata uno dei paesi favoriti per la vittoria del contest, insieme a Italia e Regno Unito.

Eurovision 2022, di cosa parla Stefania dei Kalush Orchestra?

Il gruppo hip-hop Kalush Orchestra rappresenta l’Ucraina all’Eurovision Song Contest 2022. La band di rapper ha conquistato il pubblico in patria nel 2019 con una serie di singoli di successo e ora si prepara a lanciarsi a livello internazionale.

I Kalush si presentano al contest con il brano Stefania. Di cosa parla esattamente la loro canzone?

Nel corso di alcune interviste, il frontman Oleh Psjuk ha parlato del significato del brano e dell’importanza della partecipazione dell’Ucraina al contest dopo l’inizio della guerra con la RussiaHo scritto questa canzone per mia madre, ma quando è scoppiata la guerra ha assunto un nuovo significato. La partecipazione all’Eurovision è la possibilità che ci viene data di rappresentare la nostra cultura a livello internazionale, e mostrare quanto sia incrollabile lo spirito ucraino e il coraggio anche su un palco musicale. Noi ora siamo come un altro megafono dell’Ucraina, e rappresentare il Paese in questo momento è una grande responsabilità“.

Stefania, la traduzione del testo del brano

Stefania è stato scritto e composto da Ihor Didenčuk, Ivan Klymenko, Oleh Psjuk, Tymofij Muzyčuk e Vitalij Dužyk. Pubblicato sotto l’etichetta Columbia Records il 7 febbraio 2022, ha scalato le classifiche in Ucraina e Lituania. Ecco il testo completo del brano, tradotto direttamente dall’ucraino:

Stefania madre, Stefania mia madre.
Il campo è in fiore, ma i suoi capelli si fanno grigi.
Madre, cantami una ninna nanna.


Voglio sentire le tue dolci parole.

Mi cullava da piccolo, mi dava un ritmo.
Non puoi togliermi la forza di volontà, l’ho presa da lei.
Penso che ne sapesse più di Re Salomone.
Troverò sempre la strada di casa, anche se tutte le strade sono distrutte.
Non mi svegliava nemmeno se fuori c’era una tempesta,
O se tra lei e la nonna c’era aria di tempesta.
Si fidava di me più di tutti gli altri.


Anche quando era stanca, continuava a cullarmi.

Ninna, ninna, ninna nanna

Stefania madre, Stefania mia madre.
Il campo è in fiore, ma i suoi capelli si fanno grigi.
Madre, cantami una ninna nanna.
Voglio sentire le tue dolci parole.

Non sono più un bambino,
Ma mi tratterà sempre come se lo fossi.
Non sono più un bambino,
Ma continua a preoccuparsi per me ogni volta che esco.
Madre, sei ancora giovane.


Se non apprezzo la tua gentilezza, mi avvio verso un vicolo cieco.
Ma il mio amore per te non ha fine.

Ninna, ninna, ninna nanna

Stefania madre, Stefania mia madre.
Il campo è in fiore, ma i suoi capelli si fanno grigi.
Madre, cantami una ninna nanna.
Voglio sentire le tue dolci parole.

Stefania madre, Stefania mia madre.
Il campo è in fiore, ma i suoi capelli si fanno grigi.
Madre, cantami una ninna nanna.


Voglio sentire le tue dolci parole.