Attilio Romita rabbioso con gli autori del GF: “Sti giochetti li facevamo noi”

Attilio Romita punge gli autori del GF Vip: "Alterano le clip per gonfiare le cose, sti giochetti li facevamo anche noi al TG".

Attilio Romita, la rabbia contro gli autori del GF Vip: “Clip alterate, son giochetti che facevamo anche noi”. L’ex giornalista del TG1 ha criticato la regia del reality, rea di manipolare le immagini e gonfiare alcune dinamiche.

Attilio Romita non ci sta, le critiche agli autori del GF: “Sti giochetti li facevamo anche noi”

Un Attilio Romita sempre più avvelenato con i modi di fare degli autori del Grande Fratello Vip 7 si è sfogato con i suoi coinquilini.

Il giornalista ed ex mezzobusto del TG1 ha affermato di aver notato tagli e alterazioni delle clip video andate in onda nelle ultime puntate del reality. In particolare, Romita ha parlato di una conversazione avuta con Giaele“In trasmissione va in onda un lungo pezzo sulle lacrime di Giaele, che diceva: ‘Io non so come fare. Mio marito se vede una cosa così si separa da me’. E va pezzetti del nostro colloquio tête-à-tête io e lei, e nessuno intorno, per un lungo servizio”.

Uno sfogo dell’ex concorrente, accusata di essere la maggior “tentatrice” di Antonino Spinalbese, a cui Romita avrebbe partecipato attivamente, dandole consigli e facendole domande. Peccato che la sua presenza nella conversazione sia stata tagliataLoro lo mandano in onda e, pur di non fare apparire me che facevo le domande, mettevano il primo piano di Charlie con la maglietta a righe che stava in piscina. E io non ci sono in quel colloquio”. Il giornalista decide poi di dire apertamente quel che pensa, venendo opportunamente censurato dalla regia, che cambia telecamera: “Ti devo dire qualche altra cosa o no? Li facevamo noi ’sti giochetti.

Anche al telegiornale quando…“.

La risposta di Patrizia Rossetti: “Questo è il Grande Fratello, se non ti piace la porta rossa è là”

Le parole di Attili Romita hanno attirato l’attenzione di Patrizia Rossetti, che ha risposto in modo gelido e pragmatico: “Il Grande Fratello non è una tribuna politica, non è Cartabianca, non è Buon Pomeriggio.

È il Grande Fratello e vuole fare uscire queste cagate. Vi va bene? Se vi va bene è così, altrimenti quella è la porta rossa e si va via“.