Achille Lauro all’Eurovision: chi rappresenta, quando canta e quale canzone porta

Achille Lauro all'Eurovision Song Contest 2022: ecco che l'artista è pronto a stupire all'evento musicale internazionale.

Achille Lauro all’Eurovision Song Contest 2022: il cantante si aggiunge all’altra coppia di artisti italiani Mahmood e Blanco ma non gareggia rappresentando l’Italia.

Achille Lauro all’Eurovision: chi rappresenta

Achille Lauro parteciperà all’Eurovision Song Contest 2022 e rappresenterà San Marino in gara. L’artista ha infatti vinto la prima edizione di Una Voce per San Marino, aperta a tutti i cantanti “senza limitazioni di cittadinanza e di lingua del brano”.

Il cantante si è classificato primo  tra i diciotto artisti finalisti, dell’evento Una Voce per San Marino ed quindi oltre al diritto a partecipare maggio all’Eurovision di Torino si è portato a casa anche un premio in denaro di 7 mila euro.

Achille Lauro all’Eurovision: quando canta

L’edizione 2022 del concorso canoro internazionale si apre con la prima semifinale il 10 maggio al PalaOlimpico di Torino e si chiude il 14 maggio, con la finalissima.

A presentare l’evento, un trio di personaggi d’eccezione: il conduttore Alessandro Cattelan sarà affiancato da due icone della musica internazionale, Laura Pausini Mika. Quest’anno sono quaranta gli artisti a sfidarsi sul palco per dare la vittoria al proprio paese.

Lauro all’Eurovision sale sul palco nella seconda semifinale per settimo. L’evento musicale si divide in tre serate: le due semifinali e il Grand Final. Ecco quando va in onda:

  • 1ª semifinale: martedì 10 maggio 2022 ore 21.00
  • 2ª semifinale: giovedì 12 maggio ore 21.00
  • Finale: sabato 14 maggio ore 21.00

Quale canzone porta

Achille Lauro si presenta all’Eurovision con la canzone “Stripper” ed è pronto a stupire: “Ma che stupida voglia che ho, metto la gonna più corta che ho e vado fuori di me”, si legge nel testo.

In un post sulla sua pagina Facebook, Lauro aveva scritto: “Parteciperò all’Eurovision2022 con il brano Stripper. Una grande opportunità per regalare alla mia musica e alle mie performance un palcoscenico di livello internazionale. Grazie di cuore a San Marino, “l’antica terra della libertà”, per avermi invitato alla primissima edizione del suo festival e aver reso possibile tutto ciò.

In particolare al Segretario di Stato del Turismo Federico Pedini Amatu, all’avvocato Vittorio Costa, Denny Montesi del comitato organizzativo e al mio incredibile manager Angelo Calculli. Ci vediamo a Torino. ‘Ma che stupida voglia che ho'”.

LEGGI ANCHE: Maneskin ospiti all’Eurovision: quando cantano e quale canzone presentano in anteprima?