Pillola Pfizer contro il covid: via libera dall’Ema

Pillola Pfizer contro il covid: è stata già distribuita negli Stati Uniti, risulta efficace nella diminuzione dei ricoveri al 90%

Pillola Pfizer contro il covid: sta arrivando anche in Italia il medicinale che può prevenire i ricoveri almeno nel 90% dei casi. Va usata immediatamente dopo il contagio.

Pillola Pfizer contro il covid

L’Agenzia Europea per i Medicinali (Ema) ha appena autorizzato l’uso della pillola di Pfizer contro il Covid. Si chiama Paxlovid e va usata il prima possibile dopo il contagio, al massimo entro 5 giorni dal tampone positivo.

Secondo gli studi effettuati, la pillola è risultata efficace nel diminuire il rischio di ricovero e decesso e, nonostante i pazienti fossero infettati con la variante Delta, l’Ema prevede che funzioni anche con Omicron e altre varianti .

 Pillola Pfizer: cos’è e a cosa serve

La pillola Pfizer è un antivirale che frena la replicazione del coronavirus all’interno dell’organismo. Nei test ha mostrato di poter prevenire l’aggravamento dei sintomi e il ricovero nel 90% dei casi.

L’Italia tramite il commissario Figliuolo ne ha acquistati 40mila cicli, attesi nei prossimi giorni.

Gli antivirali non saranno destinati a tutti quelli che vengono contagiati dal covid, ma solo a quelli con fattori di rischio che fanno prevedere un peggioramento dei sintomi. Sul mercato americano ogni ciclo (che dura 5 giorni e prevede in tutto 30 pillole) costa attorno ai 700 dollari. A differenza degli anticorpi monoclonali, questi farmaci possono essere presi comodamente a casa (sono compresse) e non hanno bisogno di un’endovena in ospedale.

LEGGI ANCHE: Covid, l’Ema dice sì alla pillola antivirale di Pfizer