Green Book, la storia vera: chi sono Don Shirley e Anthony “Tony Lip” Vallelonga

Il film pluripremiato agli Oscar Green Book, che ha ottenuto ben tre statuette agli Oscar, è ispirato ad una storia vera

Il film pluripremiato agli Oscar Green Book, che ha ottenuto ben tre statuette agli Oscar, è ispirato ad una storia vera. Cerchiamo di capire di più da dove arriva la storia vera del film.

Green Book, la storia vera

Il film Green book è stato ispirato ad una storia realmente accaduta tanto è vero che Peter Farrelly racconta dell’amicizia tra un buttafuori italoamericano, che ha ardentemente bisogno di soldi, e un pianista afroamericano. Ambientato nell’America negli anni sessanta, il film ha come protagonisti Viggo Mortensen e Mahershala Ali che recitano le parti di Frank “Tony Lip” Vallelonga e Don Shirley.

Chi era Frank “Tony Lip” Vallelonga

Frank “Tony Lip” Vallelonga è un ex buttafuori che, dopo aver perso il lavoro, verrà assunto dal pianista classico afroamericano Don Shirley e alla fine i due stringeranno una bellissima amicizia. Figlio di Nicholas e Nazzarena Vallelonga e venuto a mancare nel 2013, aveva radici nella Calabria ma nacque in Pennsylvania. Si trasferì successivamente a New York nella 215ª strada, nei pressi del Bronx, e lavorò negli anni sessanta al nightclub Copacabana di New York.

Qui entrò in contatto con diversi artisti quali Frank Sinatra e Tony Bennett, ma ad essere noti sono i suoi viaggi con il musicista afroamericano Don Shirley che hanno ispirato il film Green Book. Fece parte del cast di alcune delle principali pellicole moderne del genere gangster tra cui Il Padrino (1972).

Don Shirley è stato un compositore afroamericano che iniziò a suonare all’età di nove anni perfezionando la sua arte al conservatorio di Leningrado.

Nella sua carriera si è esibito in diverse occasioni con orchestre importanti come quella di Boston (Boston Pops Orchestra) e di Londra (London Philarmonic Orchestra). marzo 1955 suonò con la NBC Symphony Orchestra alla prima del concerto di pianoforte di Duke Ellington al Carnegie Hall ma ad essere rimasto nella storia della americana è il suo tour nell’America del Sud degli anni sessanta. Proprio da questo suo tour trasse ispirazione il film Green Book, tour che fece assieme all’amico/autista Tony “Lip” di Vallelonga.

Don Shirley si esibì anche come solista al teatro alla Scala di Milano.