GF, Sonia Bruganelli punge Sara Manfuso sul marito non rieletto

GF, Sonia Bruganelli prende in giro Sara Manfuso sulla mancata rielezione del marito Andrea Romano: cosa ha detto l'opinionista?

GF Vip 7, la battutina di Sonia Bruganelli contro Sara Manfuso. Alla notizia della mancata rielezione del marito della modella, l’ex deputato Andrea Romano, l’opinionista le ha lanciato una frecciata: cosa ha detto?

GF Vip 7, la frecciata di Sonia Bruganelli a Sara Manfuso sulla mancata rielezione del marito

I risultati delle elezioni politiche 2022 hanno alzato un polverone anche nella casa del Grande Fratello Vip 7. In particolare tiene banco la sconfitta a Livorno del marito di Sara Manfuso, l’ex deputato del Partito Democratico Andrea Romano.

L’accademico ed ex direttore di Democratica ha perso la sua chance per la rielezione, battuto dalla candidata di Forza Italia Chiara Tenerini. Il giornalista Giuseppe Candela ha condiviso la notizia su twitter, chiedendosi: “Le sarà comunicato?”. L’opinionista Sonia Bruganelli non si è lasciata sfuggire l’occasione per punzecchiare la concorrente del GF e ha risposto: “Speriamo non la facciano uscire anche a lei!”. Candela risponde a tono: “Oppure fanno entrare lui!”. 

Chi è Andrea Romano, marito di Sara Manfuso ed ex deputato del PD

Nato a Livorno il 10 maggio 1967, Romano ha 55 anni ed è attivo politicamente dagli anni Novanta, anni in cui si iscrive all’allora Partito Democratico della Sinistra. Nonostante i vent’anni di differenza d’età, la relazione tra Andrea Romano e Sara Manfuso fa a gonfie vele. Il politico è al fianco dell’ex modella e opinionista tv da quasi due anni. Nel corso della sua carriera ha lavorato come docente di Storia Contemporanea all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e ha inoltre scritto per diverse testate giornalistiche, tra cui L’UnitàIl Sole 24 OreIl Post Il Riformista.

Eletto deputato per la prima volta nel 2013 tra le fila di Scelta Civica per l’Italia, lascia il partito nell’ottobre del 2014 per poi aderire ufficialmente al PD. Viene rieletto anche alle politiche del 2018, ed è uno dei candidati del centro-sinistra alle elezioni anticipate del 2022. Ha svolto diversi ruoli di spicco per il suo partito. È stato sub-commissario del PD per il XIII municipio di Roma e direttore prima del giornale di partito L’Unità, al fianco di Sergio Staino, poi del quotidiano online Democratica.