Live

Cos’è l’endemia, differente da pandemia ed epidemia

Cos'è l'endemia: il nuovo termine che si sta diffondendo in Europa diverso dal concetto di epidemia e pandemia.

Cos’è l’endemia: il nuovo termine è uscito fuori dall’Inghilterra e Spagna a seguito, in particolare, della diffusione della nuova variante omicron.

Cos’è l’endemia

Con il termine endemia si indica “la malattia che è nel popolo. Costante permanenza, in una determinata popolazione o regione, di una malattia”.

Dunque, l’elemento caratteristico è la presenza costante e permanente della malattia in un determinato territorio. Una malattia che allo stesso tempo tende a presentarsi sporadicamente o a piccoli focolai con una incidenza relativamente uniforme.

L’agente responsabile è quindi stabilmente presente e in circolo presso la popolazione. Il numero dei casi non è soggetto a grandi variazioni temporali.

La definizione dal sito dell’Istituto Superiore di Sanità: “Una malattia si considera endemica quando l’agente responsabile è stabilmente presente e circola nella popolazione, manifestandosi con un numero di casi più o meno elevato ma uniformemente distribuito nel tempo”.

L’endemia, differente da pandemia ed epidemia

Da Spagna e Inghilterra sono arrivate le prime dichiarazioni che parlano di endemia.

“Dobbiamo valutare l’evoluzione del Covid dalla situazione di pandemia vissuta finora verso quella di una malattia endemica, ha detto il primi ministro spagnolo Pedro Sanchez. Parole simili a quelle pronunciate anche da Nadhim Zahawi, Segretario di Stato all’istruzione britannico e che fino allo scorso settembre è stato il responsabile del programma di vaccinazione del Regno Unito: “Spero che saremo una delle prime grandi economie a mostrare al mondo come si passa dalla pandemia all’endemia, e poi affrontarla per quanto tempo rimarrà con noi, che siano cinque, sei, sette o dieci anni”.

L’epidemia invece si verifica quando si ha a che fare con un aumento del numero dei casi oltre l’atteso in una particolare area e in uno specifico intervallo temporale. Poi, quando l’epidemia si diffonde nel mondo diventa pandemia come è successo con il Covid-19.

LEGGI ANCHE: C’è un virus in libreria: centinaia di libri sul Covid di cui non c’era bisogno