Chi è Vincenzo Frenda, inviato in Ucraina: Rai, Tg2, carriera

Vincenzo Frenda è un giornalista della Rai che lavora per il tg2 e che collabora anche con Articolo 21. Conosciamolo meglio

Vincenzo Frenda è un giornalista, inviato in Ucraina, che lavora per la Rai e per il tg2.

Chi è Vincenzo Frenda

Vincenzo Frenda è un giornalista romano della Rai che dallo scoppio del conflitto in Ucraina è stato mandato sul posto per seguire il conflitto. Originario della Capitale, ha studiato all’Università Sapienza per poi entrare a far parte della squadra della Rai a partire dal 2000. Scrive anche per Articolo 21, liberi di… , un’associazione nata il 27 febbraio 2002 che riunisce esponenti del mondo della comunicazione, della cultura e dello spettacolo, giornalisti, giuristi, economisti che si propongono di promuovere il principio della libertà di manifestazione del pensiero (oggetto dell’Articolo 21 della Costituzione italiana da cui il nome).

Così come altri colleghi come Giammarco Sicuro ed Emma Farnè, è stato inviato in Ucraina per seguire il conflitto.

L’aggressione a Palermo

Vincenzo Frenda è stato oggetto di aggressione durante il suo lavoro di giornalista nell’ottobre 2020 quando, assieme all’operatore Ninni Farina, è stato minacciato e derubato di parte dell’attrezzatura da lavoro. Ad aggredirli a Palermo un gruppo di manifestanti, che ha tentato prima di malmenarli e poi di rubare l’attrezzatura con la quale stavano registrando la protesta (portando via il microfono e l’asta). «Il collega del Tg2 Vincenzo Frenda e l’operatore – era infatti intervenuto a riguardo l’esecutivo Usigrai – sono stati fermati da un gruppo di persone vestite di nero, sono stati minacciati e sono stati derubati di attrezzatura di lavoro.

È intollerabile che i cronisti non possano lavorare in sicurezza. Chiediamo di nuovo alla Rai un intervento urgente a tutela dei dipendenti”.