Chi è Paride Vitale, manager a Pechino Express 2022 con Victoria Cabello

Chi è Paride Vitale, imprenditore e manager che fa coppia con Victoria Cabello nell'edizione 2022 di Pechino Express.

Chi è Paride Vitale, imprenditore e manager 44enne in coppia con Victoria Cabello Pechino Express 2022? È tra i volti più conosciuti nel mondo milanese della comunicazione e organizzazione eventi, ed è un amico storico della nota conduttrice. Scopriamo qualcosa in più sul suo conto.

Chi è Paride Vitale, noto manager milanese: vita e carriera

Nato il 4 Agosto 1977 a Pescasseruoli, in provincia dell’Aquila, Paride Vitale è poco noto nel mondo dello spettacolo, ma è un personaggio di gran rilievo nell’ambiente della comunicazione, delle pubbliche relazioni e dell’organizzazione eventi a Milano.

Laureato in Economia all’Università di Bologna, si fa le ossa come manager lavorando per il marchio automobilistico Mini e per Sky. Nel 2011 fonda la sua agenzia, la Paridevitale SrlNel corso degli anni l’agenzia di Vitale si afferma come leader del settore dell’organizzazione eventi e delle strategie comunicative e di ufficio stampa. Ha collaborato con moltissimi marchi di alto profilo, tra cui ad esempio DisaronnoH&MHeinekenLavazza Netflix.

Paride Vitale con Victoria Cabello a Pechino Express 2022

Nel 2022 Paride Vitale è uno dei concorrenti della nona edizione di Pechino Express, game show condotto da Costantino della Gherardesca. Partecipa al fianco della presentatrice Victoria Cabello, con la quale ha un grande rapporto d’amicizia. Con il nome di “Pazzeschi” la coppia si è presentata al pubblico con una clip introduttiva pubblicata sul profilo Instagram del reality.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Pechino Express (@pechinoexpress)

Insieme alle altre nove coppie in gara, i Pazzeschi affronteranno prove e missioni in un viaggio a tappe lungo 8mila kilometri, dotati solo di pochi oggetti in uno zaino e un euro al giorno nella valuta locale con cui sopravvivere. Quest’anno percorreranno la Rotta dei Sultani. Un itinerario affascinante quanto irto di insidie, che attraverserà quattro stati del Medio Oriente: la Turchia, l’Uzbekistan, la Giordania e gli Emirati Arabi.