Chi è il fidanzato di Soleil Sorge: si chiama Carlo Domingo

Il fidanzato di Soleil Sorge si chiama Carlo Domingo e lavora nel mondo della moda. Starà ancora aspettando la gieffina a braccia aperte?

Soleil Sorge, la gieffina tanto amata dal pubblico del Grande Fratello Vip, ha un fidanzato anche fuori dal programma. Non si tratta quindi di Alex Belli, che ormai abbiamo imparato a conoscere.

Chi è il fidanzato di Soleil Sorge

Il nome del fidanzato di Soleil Sorge, secondo numerose indiscrezioni, è Carlo Domingo, siciliano che lavora nel mondo della moda. Originario di Marsala, è un uomo piuttosto riservato, che ama poco le telecamere e che si tiene lontano dai social network.

È figlio di Giusy Parrinello ed Enzo Domingo il quale, circa vent’anni fa, avrebbe lasciato la Sicilia per poi trasferirsi a Milano. Qui ha aperto un’agenzia di comunicazione (chiamata, non a caso, Domingo Communication) dove lavora anche Carlo, compagno fuori dalla casa di Soleil Sorge.

LEGGI ANCHE: Chi è Soleil Sorge, la showgirl italo-americana amante dei reality

Le parole di Soleil sul fidanzato

Su di lui Soleil Sorge ha evitato di esprimersi troppo all’interno della casa, anzi.

Il più delle volte ha cercato di evitare l’argomento, che è poi stato affrontato solo a seguito di un incitamento di Alfonso Signorini in prima serata. Alla domanda del conduttore del Gf, che le ha chiesto se pensasse molto al suo fidanzato che sta fuori, la concorrente ha dato una risposta molto chiara “Io penso  ad un futuro stabile con lui, e ho pensato a come avrebbe reagito vedendomi con Alex Belli.

Certo, mi prendo la piena responsabilità delle mie azioni – ha commentato – e comunque sono ben cosciente sentimenti che, per questa persona fuori, provo. Non lo so se mi sta ancora aspettando, ma so di voler costruire qualcosa con lui. Per me l’amore è quello, oltre all’istinto e alle pulsioni fisiche. Con Alex non è questa la direzione del nostro rapporto. Lui ha già una vita fuori e io ho una vita fuori.

Se le emozioni che vivo con Alex mi portassero a una direzione senza ritorno, ne prenderei atto“.