Sports La trattativa per Donnarumma

La trattativa per Donnarumma

Il coltello dalla parte del manico ce l’ha totalmente Mino Raiola. Nonostante da settimane filtri ottimismo da Casa Milan, la partita per il rinnovo di Gianluigi “Gigio” Donnarumma è ancora tutta da giocare. Vero che il giovane portierone vorrebbe continuare in rossonero, ma altrettanto vero che l’offerta presentata da Gazidis & Maldini per rinnovare non stuzzica Raiola e lo stesso giocatore. Donnarumma attualmente guadagna 6 milioni netti a stagione e ha dimostrato di essere uno dei primi 5 portieri in Europa. Ecco perché rinnovare a 6,5 milioni (con un aumento di appena 500mila euro) non solletica affatto Raiola, che ha rispedito al mittente l’offerta. Gigio tra poco potrà firmare a parametro zero e le offerte non mancano (Juve, Real e Psg in agguato…).   Tradotto: per prolungare fino al 2024 serve un ingaggio da top player: almeno 8 milioni di euro più premi (prima richiesta pre-Covid si attestava sui 10 netti), altrimenti sarà il parametro zero più prelibato d’Europa. D’altronde le pretendenti non mancano. E in caso di addio i guadagni sarebbero mostruosi, in doppia cifra, sia per il portiere classe 1999 che per il suo scafato manager. Precedenza al Diavolo a patto che – come accaduto con Ibra – Elliott faccia uno sforzo. Di quelli pesanti. Insomma, il Milan dovrà mettere mano al portafoglio se non vuole rischiare di perderlo. Anche perché la famiglia Donnarumma e Raiola hanno già incassato la notizia che il fratello maggiore Antonio (attuale terzo portiere), in scadenza come Gigio, non rimarrà. Un piccolo sgarbo che ha alzato ulteriormente la posta in palio della trattativa Donnarumma…

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Covid e patologie cardiovascolari. Battistina Castiglioni ne parla a The True Show

Come ha reagito la rete cardiologica alla pandemia Covid? La dottoressa Castiglioni, consigliere nazionale GISE, a The True Show

Anemia falciforme, gli esperti a confronto

Tremila casi in Italia ma è la punta dell'iceberg: la dottoressa Erica Daina e la professoressa Maria Domenica Cappellini spiegano cosa serve dal lato terapie e organizzazione contro la malattia rara causata da una mutazione genetica ereditaria

Rsa, il piano Regione-Finlombarda contro la crisi delle strutture

Fino a tre milioni di euro di garanzie da Regione Lombardia. Dentro al piano da 30 milioni di euro gestito da Finlombarda spa – il braccio finanziario della Regione – che in qualità di intermediario finanziario assicurerà il “sostegno del fabbisogno di liquidità” alle Residenza Sanitarie Assistenziali (Rsa) no-profit accreditate con il sistema sanitario regionale

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Sos Inter… C’era una volta il nerazzurro

L’Inter campione d’Italia nella prossima stagione non vestirà nerazzurro ma un misto di due blu, chiaro e scuro, che si intrecciano su uno sfondo squamato

Andrea Pirlo dribbla l’esonero. Chi era pronto a sostituirlo… Rumors

Andrea Pirlo, nelle ore successive al tracollo con il Milan, è stato ad un passo dall'esonero. A Torino, dopo la disfatta interna...

Gli assembramenti? Sono legali (per gli ultras, ovviamente)

Alla faccia della pandemia, il Comune dà via libera alla festa

Il nuovo San Siro val bene una Cattedrale

Continuano le trattative tra Suning e Sala per il nuovo stadio

Mancini come Vieri? Il Ct della nazionale sta preparando una hit estiva

Dal pallone alla musica il passo è sempre più breve