Criscito, stipendio al Genoa: quanto guadagna il giocatore che ha fatto una scelta di cuore

Criscito, stipendio al Genoa sarà a cifre molto più basse rispetto a quelle che guadagnava in Canada al Toronto.

Criscito, stipendio al Genoa: il difensore azzurro torna a giocare in Italia lasciandosi alle spalle un contratto d’oro con il Toronto in Canada. Dopo aver fatto una scelta puramente economica, questa volta ad indirizzare è stato il cuore e probabilmente la nostalgia. I soldi saranno di meno ma sicuramente gli permetteranno di vivere.

Criscito, stipendio al Genoa

Mimmo Criscito torna al Genoa e a Genova. Si tratta dell’ennesimo ritorno in Liguria per il terzino azzurro che ha concluso la sua esperienza a Toronto, lasciando gli altri due italiani godersi la vita: Bernandeschi e Insigne.

Dunque, niente ritiro come era stato preannunciato qualche settimana fa nel giorno del suo addio al Toronto: “Grazie mille, Toronto FC, per questi sei bellissimi mesi. Io e la mia famiglia ci siamo goduti il nostro tempo in questa incredibile città, e ci siamo sentiti parte di questa grande famiglia fin dal primo giorno”, ha detto Criscito. “È tempo per me di tornare a casa e valutare cosa farò per il mio futuro. Grazie e All For One“. Ovviamente, il difensore azzurro dovrà dimenticarsi delle cifre che andava a guadagnare dall’altra parte del mondo.

Quanto guadagna il giocatore che ha fatto una scelta di cuore

Dopo aver fatto una scelta sostanzialmente economica andando a giocare in Canada, la decisione ora di ritornare in Serie B in Italia al Genoa è di cuore e nostalgia, viste le cifre che andrà a guadagnare. Criscito ha firmato un contratto di sei mesi, il minimo previsto. Al mese andrà a guadagnare 2.274,16 euro netti, per l’esattezza. In totale (netti) 13.644,96 euro sino a fine stagione.  A giugno, finita la stagione, Criscito inizierà il suo percorso di allenatore nelle giovanili rossoblù, settore in cui per la prima volta aveva messo piede nel 2002.

 

 

LEGGI ANCHE: Criscito al Toronto, stipendio: quanto guadagna l’ex difensore del Genoa e polemica con il giornalista Pedullà