Napoli, parla Spalletti: “Mi aspetto una reazione”

Dopo la clamorosa eliminazione agli ottavi di finale di Coppa Italia, il Napoli di Spalletti si appresta a vivere un fine settimana intenso.

Dopo la clamorosa eliminazione agli ottavi di finale di Coppa Italia, il Napoli di Spalletti si appresta a vivere un fine settimana intenso. Torna infatti la Serie A e la trasferta di Salerno appare semplice ma non scontata. La Salernitana arriva da una pesantissima sconfitta – risultato di 8-2 contro l’Atalanta – e per questo ha voglia, e bisogno, di recuperare punti.

L’armata azzurra, dopo la vittoria netta sulla Juventus, deve confermare l’ottimo momento e dimenticare la sconfitta ai rigori contro la Cremonese.

Spalletti parla della situazione Napoli

La partita contro la Salernitana, valida per la giornata 19 di Serie A, risulta importantissima per diversi motivi. Intanto per cancellare l’eliminazione dalla Coppa Italia, per confermare il distacco sul Milan, per vincere il derby campano. A pesare però saranno le diverse assenze – su tutte quella di Kvaratskhelia – e la mancanza dei tifosi, a cui sono state proibite le trasferte per i prossimi 60 giorni.

Il tecnico, Luciano Spalletti, durante una dichiarazione ha rimproverato i suoi giocatori, da cui pretende più serietà e attenzione dopo il match contro la Cremonese:

“Nel calcio dare 1% in meno al 100% non è un punto, ma 20! Significa dare possibilità agli avversari. In questo caso qui l’abbiamo pagata più cara del dovuto la mancanza del nostro punto, non s’è messo il 100% ma sulla formazione voi stessi avete detto che si giocava tre partite importantissime perché pure Genova lo era per cosa era successo, poi c’è il derby a Salerno e bisogna stare in campana ed è una necessità fare scelte differenti e quando si gioca in una grande squadra devi essere quel giocatore che si fa trovare pronto altrimenti non siamo di quel livello lì. Bisogna sempre farsi trovare pronti, con la fame, per vincerle tutte”.

Dichiarazioni su Osimhen e Kvaratskhelia

Si è poi concentrato su due dei pilastri di questo club, ovvero l’inarrestabile attaccante Osimhen e il gioiello georgiano Kvaratskhelia, che salterà però la partita.

Ha condiviso parole di stima e di affetto per il 24enne nigeriano:

Avrà un futuro importantissimo, è un bravissimo ragazzo, una bella persona, ha reazioni da persona forte, se lo sfidi trovi roba dura, non ha problemi a reagire ed ha fatto passi avanti importanti e non lo vedo più reagire a cose banali come un fallo quando sono arrivato. Fu subito espulso quando arrivai. È un ragazzo intelligente, questo è fondamentale, partecipa di più alla manovra, poi si butta nello spazio, quando va nel lungo è un piacere vederlo, sono vantaggi che lui si crea, è dentro la squadra come movimenti e comportamenti e avrà il futuro che merita“.

Il tecnico si è poi espresso sull’assenza del georgiano:

Non parte, sta a casa. Non ha febbre, ma il medico ha dovuto dargli dei farmaci per i sintomi”.

Dovendo fare a meno di uno degli uomini più forti della rosa, Luciano Spalletti si aspetta una vera e propria reazione da parte della squadra.

LEGGI ANCHE: Zaniolo sul mercato a gennaio: dove può andare il talento giallorosso.