Viva Rai2, ritorna con il botto: Jovanotti in studio e Amadeus che annuncia un gruppo storico a Sanremo

Viva Rai2 torna lunedì 16 gennaio dopo la lunga pausa natalizia. Tante risate così come gli ospiti e le sorprese.

Viva Rai2 torna in diretta la mattina con Fiorello sulla seconda rete nazionale. Ritornano le tante e diverse risate mattutine legate all’attualità e alla satira politica. Si riprende con Jovanotti in presenza e con un annuncio importante di Amadeus.

Viva Rai2, ritorna con il botto

Fiorello torna dopo la pausa natalizia molto lunga con il suo Viva Rai2. Il programma va in onda in diretta  alle ore 7.15 tutti i giorni dal lunedì al venerdì. In totale sono previste 135 puntate in una messa in onda che si protrarrà fino al mese di giugno. La prima parte ha fatto registrare ascolti record. Prima dell’inizio del programma Fiorello diceva: “Vado in onda in una fascia che fa l’1%. Se faccio il 2% già ho raddoppiato. Se faccio il 4% divento amministratore delegato della Rai”. Dal 5 al 23 dicembre, ha registrato Viva Rai 2 addirittura un 15% di media.

Jovanotti in studio e Amadeus che annuncia un gruppo storico a Sanremo

La puntata di lunedì 16 gennaio si è aperta con il botto, perché la sigla è stata cantata live con la presenza di Lorenzo Jovanotti e Fiorello che ovviamente scherza: “Ma non che non è lui, è un cartonato. Non è possibile che sia lui, il vero Jovanotti in questo momento è in Niger”. Poi, il cantautore arriva nel glass da Fiorello: “Sono andato in Niger a cantare con Bombino, è stato meraviglioso. Che cosa mangiavo in Niger? I datteri, la papaya. Ho fatto un video su TikTok che mangio semplicemente una papaya, ho fatto quattro milioni di visualizzazioni. Se fosse una canzone? Avrei fatto tremila visualizzazioni. C’è un altro video dove bevo acqua in mutande: sei milioni di visualizzazioni”. Fiorello: “Amici del Pd, fate un pensiero sulla papaya”. 

Un’altra sorpresa, questa volta da Amadeus che annuncia i Pooh super ospiti di Sanremo 2023:Noi su quel palco suoneremo le nostre canzoni, le più importanti, ma soprattutto ricorderemo un grande amico: Stefano. Con noi, ci sarà un altro amico a dar manforte, Riccardo Fogli”. 

 

 

LEGGI ANCHE: Blue Monday 2023: perché è considerato il giorno più triste dell’anno e quando cade