Live

Vaccinazioni antinfluenzali 2021 regione per regione

Vaccinazioni antinfluenzali 2021 regione per regione: solo 3 regioni, Campania, Lazio, Liguria hanno in tempo. Le altre sono in ritardo

Vaccinazioni antinfluenzali 2021 regione per regione: come si stanno muovendo le singole regioni rispetto alla somministrazione del vaccino antinfluenzale. Solo Campania, Lazio e Liguria in linea con i tempi raccomandati dal ministero.

Vaccinazioni antinfluenzali 2021 regione per regione

Molte regioni sono in ritardo rispetto alla somministrazione del vaccino antinfluenzale. Il ministero aveva chiesto di anticipare le campagne a inizio ottobre, per limitare il più possibile la circolazione dell’influenza stagionale in modo da facilitare le diagnosi di Covid e di evitare di intasare gli ospedali. Indicazioni contenute nella circolare ministeriale di aprile 2021: la vaccinazione è raccomandata sempre per gli over 60, i bambini di età 6 mesi – 6 anni, oltre che alle persone fragili e agli operatori sanitari.

Vaccinazioni antinfluenzali 2021: Lombardia

In Lombardia, dal 7 ottobre il vaccino antinfluenzale è somministrato agli over 80 e ai cittadini immunocompromessi in co-somministrazione con la terza dose di anti Covid nei centri vaccinali. La somministrazione non abbinata con l’anti Covid partirà invece da metà ottobre negli ambulatori dei medici di medicina generale che aderiscono alla campagna, mentre dal 28 ottobre sarà possibile prenotare su una piattaforma informatica dedicata la vaccinazione nel centro più vicino.

Vaccinazioni antinfluenzali 2021: Piemonte

In Piemonte, la campagna è partita il 14 ottobre, con il supporto dei medici di medicina generale. Negli studi medici che hanno aderito alla campagna vaccinale contro il Covid sarà possibile la co-vaccinazione.

Vaccinazioni antinfluenzali 2021: Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna la somministrazione del vaccino antinfluenzale partirà il 25 ottobre. La Regione ha fatto sapere che la co-somministrazione dei vaccini antinfluenzale e anti Covid-19 potrà essere presa in considerazione dalle singole Ausl anche prima in base alle disponibilità di vaccini. Stta iniziando in questi giorni la consegna delle dosi ai medici di famiglia, che così potranno partire prima del previsto con le somministrazioni.

Vaccinazioni antinfluenzali 2021: Veneto

In Veneto, la data per l’inizio della campagna di vaccinazione antinfluenzale dai medici di medicina generale è stata fissata per il 2 novembre, con la possibilità di somministrazione combinata con la terza dose anti Covid. Nei prossimi giorni verranno diffusi dalla Regione i dettagli sul coinvolgimento degli hub dove sono in corso le vaccinazioni anti Covid.

Vaccinazioni antinfluenzali 2021: Toscana

In Toscana, le vaccinazioni antinfluenzali inizieranno il 25 ottobre per i pazienti over 70 con patologie, a cui andrà il vaccino quadrivalente adiuvato. Seguiranno, con partenza entro metà novembre, gli ospiti delle Rsa, mentre tutti gli altri aventi diritto, compresi i dipendenti del sistema sanitario regionale e i lavoratori nei servizi essenziali, dovranno attendere gli ultimi dieci giorni di novembre.

La campagna antinfluenzale è partita in Liguria

Dal 4 ottobre è partita la campagna di vaccinazione per influenza stagionale, promossa da Regione Liguria.

I vaccini sono somministrati presso:

  • Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta  presso i propri studi, o a domicilio nel caso di pazienti allettati o impossibilitati a deambulare.
  • Struttura Complessa Igiene e Sanità Pubblica dell’ASL3 presso ambulatori Distrettuali specificatamente dedicati (l’elenco è disponibile in calce alla pagina) aperti dal 4 ottobre con accesso che, causa emergenza COVID, avverrà esclusivamente tramite appuntamento CUP
  • Farmacie 
  • Comunità per disabili e anziani.
  • Associazioni di appartenenza o centri trasfusionali (solo per i donatori di sangue)

La campagna nel Lazio è partita

Nel Lazio è iniziata nelle Asl la distribuzione delle prime 700mila dosi di vaccino antinfluenzale che servirà tutta la settimana. Così in una nota l’Unita di Crisi della Regione Lazio. «Le farmacie ospedaliere hanno ricevuto il vaccino e si stanno apprestando in queste ore a distribuirlo ai Medici di Medicina Generale – prosegue l’Unità di crisi regionale -. Data la numerosità dei medici tale operazione può aver bisogno di alcuni giorni e comunque verrà interamente completata entro questa settimana.  I medici, non appena in possesso delle dosi di antinfluenzale, possono iniziare le somministrazioni alla popolazione over 65».

Campania: la prima regione che è partita secondo i tempi previsti

La Campania è stata la prima regione d’Italia a partire con la campagna di vaccinazione antinfluenzale: il 1° ottobre. “Per farlo abbiamo dovuto programmare il lavoro con largo anticipo nei mesi scorsi, prenotando e acquistando le dosi e organizzando le consegne. È un motivo di grande soddisfazione che si unisce alla soddisfazione per i risultati della vaccinazione anticovid”, spiega in una nota la Regione Campania.

Sicilia e Calabria in ritardo sulla tabella di marcia

In Sicilia e in Calabria, la partenza della campagna dei vaccini antinfluenzali slitterà al 25 ottobre. In Sicilia, la data di avvio della campagna anti-influenzale è stata comunicata ai medici di famiglia qualche giorno fa, durante un vertice in assessorato alla Salute con i dirigenti del dipartimento Attività sanitarie e dei servizi di prevenzione delle nove Asp siciliane. “Noi abbiamo suggerito di partire il 15 ottobre subito dopo l’arrivo previsto dei vaccini – spiega Luigi Galvano, presidente regionale della federazione dei medici di medicina generale (Fimmg) – ma alcune Asp hanno chiesto di posticipare. Così perdiamo due settimane di tempo che diventeranno tre in attesa della distribuzione. Avremmo potuto iniziare prima, facendo in un’unica seduta terza dose e vaccino antinfluenzale anziché farli venire due volte”.