Live

Oms approva il vaccino contro la malaria che uccide milioni di persone

Vaccino contro la malaria: è arrivato il via libera dell'Oms per diffondere e somministrare su larga scale il vaccino nei paesi a rischio

Vaccino contro la malaria: l’Organizzazione mondiale della sanità(Oms) ha approvato il primo vaccino contro la malattia che uccide ancora milioni di persone. La malaria è concentrata in particolare nell’Africa subsahariana.

Il vaccino contro la malaria: Oms dà il via libera

L’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), il 6 ottobre 2021, ha dato il via libera per la diffusione e la somministrazione del primo vaccino antimalarico per i bambini, che potrà essere usato in particolare in Africa subsahariana e in altre zone a rischio.

 

Vaccino contro la malaria: milioni di vite possono essere salvate

Ancora troppi bambini muoiono per la malaria ogni anno. Uno studio del 2020 stima che se il vaccino fosse distribuito nei Paesi con la più alta incidenza di malaria al mondo, potrebbe prevenire 5,4 milioni di casi e 23mila decessi di bambini di età inferiore ai cinque anni, ogni anno.

Ha raggiunto più di due terzi dei bambini che non hanno una zanzariera sotto la quale dormire e non vi è stato alcun impatto negativo su altri vaccini di routine o altre misure per prevenire la malaria. Bisogna intervenire subito soprattutto ora che si ha a disposizione un’arma di difesa efficace contro la malaria

Vaccino, al via le prime somministrazioni

Per gli esperti il nuovo vaccino è il più importante sviluppo nella lotta contro la malattia negli ultimi decenni: finora, infatti, la misura preventiva più diffusa contro la malaria è rappresentata ancora dalle zanzariere, il cui uso ha ridotto i decessi tra i bambini sotto i 5 anni del 20 per cento circa.

In fase di sperimentazione, il vaccino è stato testato in Kenya, Malawi e Ghana, dove è stato integrato nei programmi di immunizzazione locali con una somministrazione in quattro dosi a partire dai bambini di cinque mesi. In questi tre paesi sono state somministrate complessivamente oltre 2,3 milioni di dosi.