Quarantena dopo il contatto con un positivo: come funziona

Quarantena contatto positivo: tutte le regole da seguire e come queste potrebbero cambiare nei prossimi giorni.

Quarantena contatto positivo: come è necessario muoversi e comportarsi con isolamento e tamponi. Tutte le regole da seguire per chi è vaccinato e non lo è.

Quarantena contatto positivo: come funziona

I contagi da Covid nelle ultime settimane sono molto aumentati. Allo stesso tempo i tamponi processati sono aumentati. L’aumento dei casi fa riferimento sia al periodo di festa sia alla variante omicron. Le regole dopo un contatto con una persona positiva al Covid sono le seguenti:

  • isolamento di 7 giorni per gli immunizzati e di 10 per i non vaccinati.

  • Al termine del periodo stabilito, occorre in entrambi i casi un tampone rapido o molecolare negativo.

Inoltre è bene specificare cosa si intende per contatto stretto e la differenza tra quarantena ed isolamento.

  • contatto stretto‘ (esposizione ad alto rischio) di un caso probabile o confermato è definito come: una persona che vive nella stessa casa di un caso covid; una persona che ha avuto un contatto fisico diretto con un caso covid; una persona che ha avuto un contatto diretto non protetto con le secrezioni di un caso covid (ad esempio toccare a mani nude fazzoletti di carta usati); una persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso, a distanza minore di 2 metri e di almeno 15 minuti; una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d’attesa dell’ospedale) con un caso in assenza di protezione (mascherine) idonei.

  • La quarantena si attua ad una persona sana (contatto stretto) che è stata esposta ad un caso covid, con l’obiettivo di monitorare i sintomi e assicurare l’identificazione precoce dei casi. L’isolamento consiste nel separare quanto più possibile le persone affette da covid da quelle sane al fine di prevenire la diffusione dell’infezione, durante il periodo di trasmissibilità.

Quarantena, possibili variazioni nei prossimi giorni

Il governo ha convocato per il 29 dicembre il Comitato tecnico-scientifico.

All’ordine del giorno c’è proprio l’ipotesi di riduzione della quarantena per i contatti stretti di positivi, a condizione però che abbiano già fatto la terza dose di vaccino.

Ci potrebbero essere novità per non bloccare ulteriormente il paese e le persone che hanno fatto tutte le dosi richieste dal governo. Secondo le prime indiscrezioni, la quarantena per i contatti stretti che abbiano fatto tre dosi di vaccino potrebbe ridursi a 3 o 5 giorni.