No green pass a Trieste per il funerale della Repubblica: di cosa si tratta

No green pass a Trieste hanno organizzato una manifestazione di protesta nel giorno della Festa della Repubblica.

No green pass a Trieste hanno organizzato una manifestazione di protesta contro lo Stato. Ecco cosa è previsto e soprattutto com’è stato organizzato l’evento.

No green pass a Trieste per il funerale della Repubblica

Il movimento no green pass di Trieste non mette fine alle sue proteste: così nella giornata del 2 giugno in occasione della Festa della Repubblica, va in scena l’ennesima manifestazione nelle strade della città.

“Veglia funebre della Repubblica”, recita il lancio dell’iniziativa: “Di una repubblica fondata sui ricatti per lavorare, che ripudia la pace per fare la guerra, non si può che celebrare il funerale”.

La partenze della protesta è prevista per le ore 20.30 e seguirà questo itinerario: piazza Goldoni (zona pedonale); proseguimento in via Pellico, Scala dei Giganti, via Pellico, via Gallina, piazza San Giovanni, via delle Torri, via Ponchielli, via Santa Caterina, via Mazzini, Riva Tre Novembre, Riva dei caduti, via Mercato vecchio, via dell’Orologio, piazza dell’Unità d’Italia; arrivo al Molo Audace intorno a mezzanotte.

Il Comunicato e il manifesto

Sul sito dedicato nogreenpasstrieste.org, si può vedere e leggere il manifesto funebre in versione digitale creato ad hoc per l’evento di protesta.

Ecco la didascalica cosa recita: “Di una repubblica fondata sui ricatti per lavorare che ripudia la pace per fare la guerra non si può che celebrare il funerale! Alle loro parate militari, spesso ricche di molestatori, noi anticipiamo, mercoledì primo giugno, la veglia pagana della repubblica! Portate voglia di grida, lumini e strumenti musicali: suoneremo una solenne marcia funebre!”

 

LEGGI ANCHE: 2 giugno: che festa è? Cosa è successo nel 1946