2 giugno: che festa è? Cosa è successo nel 1946

Il 2 giugno 1946 si è svolto il referendum sulla forma istituzionale dello Stato che ha portato alla nascita della Repubblica italiana

Il 2 giugno è una data importante per l’Italia perchè si festeggia la festa della Repubblica Italiana. Ma su che base è stata scelta la data del 2 giugno per questa festività?

2 giugno: che festa è? Cosa è successo nel 1946

Il 2 giugno 1946 si è svolto il referendum sulla forma istituzionale dello Stato che, con il voto popolare, ha portato alla nascita della Repubblica. Il 2 giugno 2022, precisamente, è il 76esimo anniversario della repubblica italiana proprio in memoria di questo voto referendario.

Nel 1946 gli italiani (e per la prima volta anche le donne) hanno votato per “scegliere tra Repubblica e Monarchia e per eleggere i deputati dell’Assemblea Costituente” che ha avuto il compito di redigere la nuova Costituzione. In quell’occasione di 76 anni fa l’affluenza al voto fu molto alta, tanto che parteciparono l’89% dei votanti. I voti validi a favore della Repubblica furono il 54,27% mentre quelli a favore della monarchia il 45,73%.

I festeggiamenti

Il 2 giugno per l’Italia è da 76 anni una data che viene ricordata festeggiata con iniziative e cerimonie ufficiali. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, infatti, renderà omaggio all’Altare della Patria con la deposizione di una corona d’alloro. Le Frecce Tricolori poi, come da tradizione, sorvoleranno i cieli di Roma e ci sarà la Parata Militare. Nel pomeriggio ci sarà l’apertura al pubblico dei Giardini del palazzo del Quirinale con concerti delle bande dell’Esercito Italiano, della Marina militare italiana, dell’Aeronautica militare italiana, dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, del Corpo di Polizia penitenziaria e del Corpo forestale dello Stato.