Live

Elezioni Milano 2021: quando si vota, candidati a sindaco, liste

Le elezioni di Milano 2021 porteranno a Palazzo Marino il nuovo sindaco e la nuova amministrazione: data, candidati e liste

Le elezioni di Milano 2021 porteranno a Palazzo Marino il nuovo sindaco e la nuova amministrazione. Si voterà in autunno e sarà una tornata elettorale molto importante, che avrà il sapore di un test politico con riflessi nazionali.

Elezioni Milano 2021: quando si vota

Le elezioni per il sindaco di Milano 2021 avrebbero dovuto tenersi la scorsa primavera, tra il 15 aprile ed il 15 maggio. Data la situazione legata all’emergenza sanitaria, con il Decreto Elezioni tutte le consultazioni amministrative previste quest’anno sono state spostate in autunno. Si voterà in una data che cadrà tra il 15 settembre ed il 15 ottobre. Si voterà quindi in autunno, esattamente domenica 3 e lunedì 4 ottobre. Gli orari in cui i cittadini potranno recarsi alle urne saranno: domenica dalle 07 alle 23 e lunedì dalle 10 alle 15.

Per quanto riguarda la sicurezza, è stato confermato il protocollo già utilizzato durante le amministrative del 2020.

Previsto l’obbligo di indossare la mascherina e di igienizzazione delle mani prima e dopo il voto.

Per i comuni con più di 60000 abitanti, nel cui novero rientra anche Milano, se nessuno dei candidati sindaci sarà in grado di superare la soglia del 50% dei voti alla prima consultazione, si andrà al secondo turno (in questo caso l’appuntamento è per il 17 e 18 ottobre) che vedrà fronteggiarsi i due candidati più votati al primo turno in un ballottaggio che decreterà l’esito finale delle consultazioni.

Elezioni Milano 2021: i candidati

Ma chi sono i candidati alle elezioni di Milano 2021 e da quali liste sono sostenuti? 

Beppe Sala 

Giuseppe Sala, detto Beppe, nato a Milano il 28 maggio 1958, è un politico, dirigente d’azienda e dirigente pubblico italiano, sindaco uscente di Milano e della città metropolitana dal 21 giugno 2016. La sua attuale compagna, dopo tre divorzi, è Chiara Bazoli, di 12 anni più giovane. Sala si è laureato in Economia aziendale all’Università Bocconi. Ha incominciato la sua carriera alla Pirelli ricoprendo diversi incarichi. La sua carriera politica, invece, inizia a fine dicembre 2015 annunciando la sua candidatura alle primarie del Partito Democratico. 

Beppe Sala è il sindaco uscente ricandidato del centrosinistra. Ha otto liste a suo sostegno: quella del Pd, Volt, la lista civica Beppe Sala Sindaco, Milano Radicale, Riformisti con Sala, Milano in salute, Europa Verde, Milano Unita.

Luca Bernardo 

Luca Bernardo è nato il 3 agosto 1987 a Milano. Si è laureato in Medicina presso l’Università Statale di Milano, specializzazione in ambito pediatrico, con focus relativo alle patologie neonatali. Sposato con Francesca – ex attrice di operetta e che lavora in una agenzia di comunicazione – con una figlia Lucrezia, che studia per diventare notaio. Luca Bernardo ha lavorato negli Stati Uniti, in particolar modo al Policlinico Universitario della Cornell University, nonché al Miami Children’s Hospital. Di ritorno in Italia viene nominato Responsabile dell’ambulatorio immigrati dell’Ospedale Fatebenefratelli. A partire dal 2010 gli viene affidata la carica di Direttore ad interim del reparto di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale all’Istituto Macedonio Melloni. Inseguito, arriva ad iscriversi all’Ordine dei giornalisti, collaborando in maniera proficua con il quotidiano Libero e numerosi altri periodici. 

Già nel 2006 Luca Bernardo inizia un percorso di avvicinamento alla politica, candidandosi nella lista di Letizia Moratti. Nel 2021 ha presentato la sua squadra politica per elezioni comunali di Milano.

Per il centrodestra il candidato sindaco Luca Bernardo è sostenuto dalla lista della Lega per Salvini Premier, Forza Italia, la lista civica Luca Bernardo, Milano Popolare, Fratelli d’Italia, Partito Liberale Europeo.

Layla Pavone 

Layla Pavone è nata nel 1986 ed è laureata in Scienze politiche con Master in Comunicazione d’Impresa e Nuove Tecnologie. Nel 1995 contribuisce alla nascita di Video On Line dell’editore Nichi Grauso, occupandosi di marketing e advertising online.  Nel 1997 in Publikompass crea la prima concessionaria di pubblicità online rappresentando un network di 35 siti e dal 2000 al 2004 lavora nel Gruppo Dentsu Aegis Media; dal 2003 al 2010, invece, presiede Iab Italia, il chapter italiano della più importante Associazione nel campo della pubblicità digitale a livello mondiale, di cui è tuttora presidente onorario. Tra gli altri ruoli, è stata fino a qualche giorno fa anche consigliere indipendente della società editoriale del Fatto Quotidiano da cui si è dimessa «per ragioni di trasparenza», come ha affermato lei stessa.

Layla Pavone, scelta dal leader dei pentastellati Conte, è sostenuta appunto dal Movimento 5 Stelle.

Natale Azzaretto 

Natale Azzaretto, 64 anni, professore di scuola media e sindacalista . Già nel 2011 si era presentato autonomo da qualsiasi altro raggruppamento di sinistra. Azzaretto si definisce un marxista rivoluzionario.

Natale Azzaretto si presenta alle Elezioni Milano 2021 con la lista del Partito comunista dei lavoratori.

Pascale Alessandro Fabio

Pascale Alessandro Fabio ha 35 anni, è  insegnante liceale e ricercatore impegnato da anni nella lotta contro il revisionismo storico borghese che associa in maniera illegittima comunismo e nazismo. Alessandro Pascale è stato coordinatore dei Giovani Comunisti Valle d’Aosta, l’organo giovanile di Rifondazione Comunista, partito per la quale il valdostano ha militato fino al 2018.

Pascale Alessandro Fabio si presenta all’elezioni di Milano 2021 con il Partito Comunista.

Marco Muggiani 

Marco Muggiani lavora come medico di base a Robbio, vive da un paio d’anni a Voghera. Milanese, classe 1964, marxista e chirurgo plastico, Muggiani fino a qualche anno fa ha lavorato in giro per l’Italia. Poi la scelta di passare nel pubblico. Muggiani è tesserato nel partito Comunista fin dal 1983.

Marco Muggiani si presenta alle elezioni del 3 e 4 ottobre appoggiato dal Pci. 

Bianca Miriam Tedone 

Bianca Miriam Tedone è un’amministrativa dell’Università Statale. Ha 28 anni. Militante della prima ora della formazione della sinistra radicale è laureata in giurisprudenza, lavora in Università, studia filosofia ed è attiva nel volontariato.

Bianca Miriam Tedone è la prima donna candidata sindaco con Potere al popolo.

Gabriele Mariani 

Gabriele Mariani ha cinquantotto anni, doppia laurea in Ingegneria e Architettura, unito civilmente con suo marito che conosce da dieci anni, Mariani ha incontrato tardi la politica che gli si è presentata nel 2009 sotto la forma di candidatura di Ignazio Marino alle primarie del Pd. Detto fatto. Mariani, per una curiosa curva del destino, si iscrive al circolo della Pallacorda, lo 02Pd, quello «glamour» e super-renziano. Nelle sue battagli si sentirà tradito e sarà uno dei tanti delusi dal PD.

Il candidato sindaco della sinistra Gabriele Mariani è appoggiato dalle liste Milano in Comune e dalla lista Civica Ambientalista.

Giorgio Goggi 

Giorgio Goggi ha 75 anni, è architetto e professore di urbanistica al Politecnico (oggi in pensione), sposato con Daniela, un’avvocata, e con l’hobby dei viaggi. Infanzia e adolescenza trascorse a Lecco, dove al  liceo classico si ritrova come compagni di banco nientemeno che Roberto Formigoni (con cui in quegli anni condivide anche la passione per la scherma)e Roberto Castelli.  Goggi  è diventato socialista. Nel ’74 si iscrive al Psi, su posizioni vicine alla sinistra di Signorile molto più che a Craxi, e finisce a metà anni ottanta a collaborare con Tognoli prima in Comune e poi al ministero. Qualche stagione politica dopo arriva la chiamata di Albertini. I due progettano un gigantesco piano parcheggi, metà lo realizzano mentre il resto (un centinaio di box) viene cestinato dalle amministrazioni successive. Idem per il secondo passante ferroviario. Goggi molla la politica, torna al suo studio professionale e alla cattedra in Politecnico, e intanto s’innamora del progetto di scoperchiare i Navigli.

Giorgio Goggi è appoggiato per elezioni 2021 di Milano dalle liste Socialisti di Milano e Milano Liberale.

Mauro Festa 

Mauro Festa, 46 anni, è  un avvocato, che ha lavorato come legale interno per 7 anni per la filiale italiana di L’Oréal, ha conseguito l’abilitazione professionale all’età di 24 anni. Ha esercitato in Wall Street (NYC) presso lo studio legale De Orchis Walker & Corsa. Insegna al LLM (Master in Legge sulle nuove tecnologie) presso l’Università Bocconi in Milano nonché in diversi Master specialistici presso IlSole24Ore e l’Università IULM. Ha conseguito un master a Fontainebleau in visione cultura e strategia aziendale, e un attestato in materia di negoziazione complessa. È membro della Commissione Giuridica di UPA (Utenti Pubblicitari Associati) e della Commissione di studi sul Diritto Europeo del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Milano. È delegato del Gruppo Settoriale sulla Proprietà intellettuale dell’Unione Europea per la definizione dell’accordo UE-MERCOSUR.

Mauro Festa è il candidato sindaco di  Milano per il Partito Gay per i diritti Lgbt+, Solidale, Ambientalista e Liberale.

Teodosio De Bonis 

Teodosio De Bonis, nato il 13 di ottobre 1953 a Pietragalla, provincia di Potenza dove prende la maturità scientifica. Si laurea a Napoli in medicina e chirurgia e nel 1980 si trasferisce a Milano dove si specializza in Anestesiologia e Rianimazione. In seguito si occupa di varie branche della medicina, frequentando dei post-graduate a NY ed in altre università europee, da odontoiatra si perfeziona in gnatokinesiologia col dott. Gelb alla N.Y., segue il corso biennale di parodontoligia della Goteborg University, Chirurgia implantologica presso la N.Y. Post graduate in ortodonzia e ortodonzia miofunzionale. Opinionista sul mensile “il Borghese”. Scrive su riviste culturali, quali “Milano la città narrata”, “Poeti per Milano” e il “Caffè letterario”. È collaboratore del mensile “Riflessione” e redattore su Medicina Naturale.Biz.

Teodosio De Bonis è il candidato sindaco no vax ed è appoggiato della lista del Movimento 3V.

Gianluigi Paragone 

Gianluigi Paragone, nato a Varese il 7 agosto 1971, è un politico, conduttore televisivo e giornalista italiano. Nato da famiglia di origine sannita, ha iniziato la carriera giornalistica al quotidiano varesino La Prealpina, che lo incarica di seguire come inviato le attività di Umberto Bossi, Roberto Maroni e di altri membri della Lega Nord, documentandone comizi e incontri. Passato a Rete 55, emittente televisiva locale della provincia di Varese, tra fine anni 1990 e il 2004 ne dirige i servizi di attualità. Un politico con un passato in Rai.

Si avvicina al Movimento 5 Stelle, soprattutto durante l’attivismo contro il Decreto Lorenzin sui vaccini obbligatori. Eletto senatore nel 2018, il 10 settembre 2019 si astiene dal voto di fiducia al Governo Conte II e rimane in carica come senatore, nonostante giorni prima avesse minacciato di dimettersi se fosse passato l’accordo tra M5S e Partito Democratico.

Gianluigi Paragone si presenta alle elezioni con le liste Milano Paragone sindaco e Grande Nord.

Bryant Biavaschi 

Bryant Biavaschi ha 36 anni. Una laurea in Economia e Gestione Aziendale e un’altra in Relazioni Internazionali con indirizzo in Politiche Europee. Ha lavorato in Inghilterra, a Brighton e Londra e vissuto anche in Irlanda e in Olanda. Vive e lavora a Milano. Fino a Febbraio 2020 ha lavorato nella sua start-up di eventi e catering, fino a che la crisi e le quarantene hanno limitato il suo lavoro.

Bryant Biavaschi si presenta alle elezioni del 3 e 4 ottobre con la lista Milano inizia qui.