Covid bambini piccoli, sintomi: cosa cambia a 2, 3, 4, 5 anni

Covid bambini piccoli, sintomi possibili e studiati dai pediatri italiani in base all'età. In attesa del vaccino attenzione alle conseguenze.

Covid bambini piccoli, sintomi: dopo l’annuncio del vaccino per i bambini si studiano le conseguenze sui più piccoli dopo il contagio. Lo studio dell’Associazione culturale pediatri su quasi 3mila pazienti.

Covid bambini piccoli, sintomi

Nei bambini contagiati dal Covid, i sintomi che si manifestano sono diversi in base alla fascia di età. È quanto emerge da uno studio osservazionale presentato al 33esimo Congresso nazionale dell’Associazione culturale pediatri (Acp).

Alla ricerca – pubblicata sulla rivista scientifica “Quaderni Acp”- hanno partecipato 34 pediatri di famiglia, che hanno seguito il manifestarsi del virus in 1.947 bambini.

La distribuzione regionale si è concentrata in alcune aree specifiche del nostro Paese: Veneto (10 pediatri, 10.283 bambini), Lombardia (8, 7.390), Piemonte (6, 5.967), Sicilia (4, 3.675). Le altre regioni coinvolte sono state Campania (2 pediatri, 1.827 bambini), Friuli-Venezia Giulia, Puglia, Emilia-Romagna e Lazio (1 pediatra per regione con rispettivamente 1.108, 1.050, 990 e 889 bambini)

Covid bambini 2 anni: sintomi

Per i bambini di 2 anni, il primo dato significativo evidenziato dalla ricerca è la ridimensionata incidenza della tosse. Al contrario di quanto pensato nei primi mesi di pandemia, è il raffreddore il sintomo più comune sotto i tre anni. Lo hanno avuto quasi il 20% dei bambini seguiti. Seguono tosse (poco più del 15%) e febbre. I pediatri hanno segnalato come l’innalzamento della temperatura corporea, nello specifico sopra i 38°, sia in realtà meno frequente di quanto ci si aspettasse.

Covid bambini 3 anni: sintomi

In questa fascia d’età il sintomo di esordio più diffuso è il mal di testa (ha interessato più del 16% dei piccoli pazienti), seguito quasi a pari merito dal raffreddore e poi dalla febbre (poco più del 14%). La tosse si è manifestata solo in poco più del 12% dei bambini.

Covid bambini 4 anni: sintomi

Nella fascia dei 4 anni è il mal di testa il campanello d’allarme.

I pediatri confermano che, in generale, il decorso della malattia nell’età pediatrica si conferma significativamente meno grave rispetto alle età più avanzate, con un basso numero di ricoveri e una mortalità bassissima.

Covid bambini 5 anni: sintomi

Anche per i bambini di 5 anni il sintomo di esordio più diffuso è il mal di testa (che ha riguardato più del 16% dei piccoli pazienti), seguito quasi a pari merito dal raffreddore e poi dalla febbre (poco più del 14%).

La tosse si è manifestata solo in poco più del 12% dei bambini.

Di seguito un elenco di tutti i sintomi riscontrati dai pediatri:

  • febbre maggiore di 38° (38,4% dei casi)
  • congestione nasale (37,2%)
  • cefalea (25,7%)
  • tosse (23,6%)
  • astenia, cioè debolezza generale (19%)
  • mal di gola (12,2%)
  • mialgia (9,8%)
  • diarrea (8,7%)
  • dolore addominale (6,4%)
  • dolori articolari (5,2%)
  • perdita del gusto (4,6%)
  • vomito (3%)
  • tachipnea, cioè aumento incontrollato delle respirazioni, e/o dispnea, difficoltà respiratorie (3%)
  • congiuntivite (2,7%)
  • rash cutaneo (2,7%)
  • perdita dell’olfatto (2,4%)
  • dolore agli occhi (2,4%)
  • dolore toracico (1,5%)
  • acrocianosi, cioè anomala colorazione bluastra persistente e indolore di entrambe le mani (1%)
  • cheilite, cioè infiammazione delle labbra (0,7%)
  • eritema pernio-like, cioè lesioni dei piedi (0,2%)
  • lesioni ulcerative delle estremità (0,2%).

LEGGI ANCHE: Obbligo vaccinale a 5 anni: quando e quali sono i rischi