Chiara Tagliaferri, chi è: biografia, marito, figli, libri e podcast

Chiara Tagliaferri è una scrittrice ed autrice di libri, podcast e programmi televisivi. Si è unita sentimentalmente con uno scrittore.

Chiara Tagliaferri è una scrittrice ed autrice di libri e podcast. La sua firma è in diversi programmi televisivi e di radio. Inoltre, è sposata con uno scrittore.

Chiara Tagliaferri, chi è: biografia

Chiara Tagliaferri è nata a Piacenza ma vive a Roma. Si laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.

La scrittrice è autrice di trasmissioni radiofoniche per Rai Radio2 e per Storielibere.fm ha scritto e curato diversi altri podcast.

Scrive per le pagine culturali di “Domani” e altre testate.  Inoltre, autrice con Melissa P. del podcast “Love stories”, sempre per Storielibere. Ha collaborato con artisti come Malika Ayane, Virginia Raffaele, Giovanni Veronesi, Andrea Delogu, Asia Argento.

Chiara Tagliaferri: marito e figli

Tagliaferri è sposata con Nicola Lagioia, famoso scrittore conduttore radiofonico e attore italiano. La donna ha parlato così della relazione con il marito: “Non avrei mai detto che alla fine avrei avuto una relazione stabile.

E invece sono sposata con Nicola da dieci anni. Fidanzata da quindici. Le pagine su di lui non sono inventate. Lui è il primo uomo di cui mi sono davvero innamorata. Mi ha insegnato l’amore”. I due non hanno figli.

Libri e podcast

Tagliaferri ha scritto,  insieme a Michela Murgia, dei libri Morgana. “Storie di ragazze che tua madre non approverebbe” (2019) e “Morgana – L’uomo ricco sono io” (2021) pubblicati da Mondadori e ispirati agli omonimi podcast di culto della piattaforma Storielibere.fm (anche su Spotify), in cui vengono raccontate le storie di donne militanti, che hanno cambiato la storia, e anche un po’ il mondo, rendendolo un posto migliore.

Il podcast è tra i più scaricati in Italia.

Inoltre, nel 2021 un suo racconto è uscito nell’antologia di “Ponte alle Grazie Musa e getta. Sedici scrittrici per sedici donne indimenticabili (ma a volte dimenticate)”.