Barletta, sparatoria in un bar: ucciso il titolare. Cos’è successo?

Barletta, sparatoria in un bar: colpi di arma da fuoco esplosi in un locale nella periferia della città. Perde la vita il titolare.

Barletta, sparatoria in un bar: una tragedia si è consumata nella serata di lunedì 11 aprile nella periferia della città. Colpi di arma da fuoco sono stati esplosi in un locale in direzione del titolare.

Barletta, sparatoria in un bar: ucciso il titolare

Lunedì 11 aprile, verso le ore 19.30, sono stati sparati colpi d’arma da fuoco nel bar Morrison di via Rionero, alla periferia di Barletta. Sul posto sono corsi immediatamente carabinieri e autombulanza.

Purtroppo, nella sparatoria è rimasto ucciso Giuseppe Tupputi, il titolare del bar che aveva 43 anni. Inutili sono valsi i tentativi di rianimarlo sul posto da parte dei soccorritori del 118.

Il titolare abitava a poche centinai di metri dal suo bar ed era molto conosciuto in zona. Risultava incensurato e a quanto si sapeva non era mai stato vittima di racket. Tupputi lascia la moglie e due figlie, una delle quali molto piccola.

Sua moglie, arrivata al bar dopo aver saputo dell’omicidio, è stata colta da un malore.

Cos’è successo?

Stando alle primissime ricostruzioni, la vittima avrebbe dato una risposta non gradita a un uomo con il quale avrebbe poi discusso all’interno del suo locale. Ci sono dei testimoni che hanno assistito e hanno già conferito agli inquirente. Tuttavia, a fare ancora più chiarezza ci saranno le immagini di videosorveglianza interne ed esterne al bar già acquisite dagli agenti del commissariato di pubblica sicurezza, che saranno coordinati dalla procura di Trani.

Si cerca di capire cosa ci sia stato alla base del litigio che poi ha portato l’uomo a sparare dei colpi mortali al titolare del bar.

LEGGI ANCHE: Pescara, spara al barista: attesa per il caffè troppo lunga