Live

Il mistero del caso Suarez

Cos'ha spinto la Juventus a inseguire Suarez fino all'ultimo, per poi fermarsi all'improvviso? Qualche ben informato, forse?

Come mai Luis Suarez non è arrivato alla Juventus? Sarebbe interessante capirlo e se un giorno qualcuno del club bianconero decidesse di spiegarlo pubblicamente. Magari con le effettive motivazioni del caso.
Il Pistolero a settembre aveva trovato l’accordo con la Vecchia Signora per uno stipendio da 10 milioni di euro netti a stagione. In quel momento la Juve aveva, però, già esaurito da settimane con Arthur e Mc Kennie gli slot a disposizione per tesserare calciatori extracomunitari. E allora come mai la Juventus ha proseguito lo stesso i dialoghi con Suarez?
Da Torino erano convinti che l’uruguaiano potesse prendere entro il 5 ottobre (data di fine sessione mercato) lo status di comunitario ed essere comunque ingaggiato. Senza entrare nelle pieghe della vicenda giudiziaria riguardante l’Università di Perugia ci sono delle date che fanno riflettere e destano curiosità.

Partiamo con l’esame/farsa svoltosi giovedì 17 settembre a Perugia.
Quel giorno Suarez vola in Italia per sostenere la prova orale e i bianconeri – come riportano le cronache dell’epoca – sono pienamente in corsa per il suo tesseramento.
Domenica 20 settembre nel pre-partita di Juve-Samp l’uomo mercato bianconero Fabio Paratici in diretta a Sky e per la prima volta prende le distanze dall’operazione, annunciando come non ci siano i tempi tecnici per chiudere l’affare e rendere comunitario Suarez.
L’indomani i dirigenti juventini chiudono l’acquisto di Alvaro Morata in prestito biennale con diritto di riscatto dall’Atletico Madrid e nella stessa notte lo spagnolo atterra a Caselle.
Cosa è successo in quelle 72 ore tra il 17 e il 20 settembre, tanto da far desistere la Juve nella rincorsa a un obiettivo così importante e corteggiato per settimane tanto da smuovere mari e monti (in tutti i sensi…) per portarlo alla corte di Pirlo? Forse una telefonata da parte di qualche ben informato che aveva sentito puzza di bruciato nell’affaire Suarez, invitando la Juve a mollare la presa prima di impelagarsi di vicenda (quella relativa allo status di comunitario) ben poco lecita e sulla quale erano già in corso indagini da parte della Procura della Repubblica…