Emanuele Filiberto compra il Savoia: il principe entra nel mondo del calcio

Emanuele Filiberto di Savoia entra ne mondo del calcio e lo fa acquistando la squadra storica fondata in nome della sua famiglia.

Emanuele Filiberto di Savoia ha annunciato di voler comprare la squadra di calcio di Torre Annunziata, storico club fondato nel 1908 in nome della famiglia reale.

Emanuele Filiberto compra il Savoia

Emanuele Filiberto di Savoia ha annunciato il progetto per acquistare la storica squadra di calcio di Torre Annunziata, in provincia di Napoli. Il progetto si chiama “Casa Reale Holding SpA” e prevede la partecipazione di un gruppo di imprenditori guidato da Nazario Matachione.

“Abbiamo fatto richiesta di tutta la documentazione per valutare l’acquisto del Savoia Calcio 1908”, ha dichiarato Emanuele Filiberto all’Ansa.

Il principe entra nel mondo del calcio

Il 9 novembre è in programma una conferenza stampa in cui il principe Filiberto nella Basilica della Madonna della Neve di Torre Annunziata annuncerà e spiegherà ai giornalisti il progetto che non riguarda solo ed esclusivamente l’acquisto del del Savoia Calcio 1908, società calcistica nata nella città in provincia di Napoli e dedicata alla Casa Reale di Savoia.

“Il nostro progetto è ben più ampio e guarda nel sociale, ad una Academy con borse di studio per i giovani talenti del calcio e ai ragazzi di alcuni quartieri di Torre Annunziata e del Sud Italia in generale”, ha aggiunto Emanuele Filiberto.

Oltre ad Emanuele Filiberto e a Nazario Matachione a far parte della cordata ci saranno Marco Limoncelli, imprenditore nel mondo finanziario, l’avvocato penalista Elio D’Aquino, l’avvocato civilista Carmine Romano, responsabile tecnico legale della società con i suoi consulenti sportivi Eduardo Chiacchio e Vincenzo Fogliamanzillo; Marcello Pica, manager di recente entrato nel CdA del gruppo Grimaldi, che assumerà l’incarico di presidente della holding, e i professionisti Vincenzo Sica e Giuseppe Criscitelli.

 

LEGGI ANCHE: Palomino, tribunale antidoping assolve il calciatore: fine di un incubo e si torna in campo