Chi è Emanuele Filiberto di Savoia: figli, patrimonio, malattia, dove vive

Emanuele Filiberto, erede della casata dei Savoia, è diventato negli anni un personaggio televisivo apprezzato

Emanuele Filiberto di Savoia, nipote dell’ultimo re d’Italia Umberto II di Savoia, è un erede della casata dei Savoia diventato anche volto televisivo. Conosciamolo meglio.

Chi è Emanuele Filiberto

Emanuele Filiberto, il cui nome completo è Emanuele Filiberto Umberto Reza Ciro René Maria, è nato sotto il segno del Cancro a Ginevra, il 22 giugno 1972. Cresciuto in Svizzera, culla della sua famiglia dopo l’esilio imposto ai discendenti maschi dell’ex re d’Italia.

Suo papà è Vittorio Emanuele di Savoia e la mamma si chiama Marina Doria. A partire dal 2002, anno in cui ha potuto rientrare in Italia, ha iniziato a farsi conoscere diventando anche un volto televisivo conosciuto. 

Emanuele Filiberto in tv

Grazie a diverse partecipazione in televisione si è fatto sempre più conoscere come personaggio. Uno dei programmi a cui ha partecipato in veste di concorrente è Ballando con le stelle, ma è stato anche a L’Isola dei famosi e a Notti sul ghiaccio insieme a Milly Carducci.

Nel 2021 è stato uno dei giurati del serale di Amici di Maria De Filippi. Ha ha presentato la prima edizione di Pechino Express.

Moglie e figlie

Emanuele Filiberto è sposato con Clotilde Corau, attrice francese, dall’anno 2003. La coppia ha avuto due figlie: Vittoria Chiara e Luisa, nate rispettivamente nel 2003 e 2006.

Ex fidanzate

L’erede dei Savoia prima del suo matrimonio ha avuto alcuni flirt anche “internazionali”. Il primo del 1992 è quello con Francesca Dellera seguito da quello con Alexandra D’Andja, stilista cilena.

Nel 2010 è stata diffusa una voce anche di un suo presunto flirt con Kate Moss, top model di fama mondiale.

Dove vive e patrimonio

Emanuele Filiberto insieme alla moglie e alle due figlie vive a Montecarlo, nel cuore del Principato di Monaco. Ha però anche una casa a Parigi.

Malattia

Emanuele Filiberto ha subito tre interventi chirurgici per l’asportazione di un tumore al naso, tra il 2011 e 2013.