Sports La triste fine dello "Juventus Style" (Ridateci almeno Boniperti)

La triste fine dello “Juventus Style” (Ridateci almeno Boniperti)

C’era una volta «l’Avvocato» (l’uso della maiuscola non è un errore) che usciva all’intervallo durante la partite della Juventus regalando commenti rimasti epocali (Del Piero definito Pinturicchio, ve lo ricordate?). C’era una volta uno stile, eleganza, classe. Lo Stile-Juve.

Il giorno dopo la clamorosa e dolorosa eliminazione dalla Champions League per mano del Porto quello che manca di più a molti tifosi bianconeri non è tanto la squadra, il campo, ma quanto accade fuori.
I dirigenti di oggi infatti ne hanno combinate quest’anno di tutti i colori. Andrea Agnelli si è lasciato andare ad una lotta all’insulto da bar con Antonio Conte dalla tribuna alla panchina. La prova che non basta il cognome… Fabio Paratici, il numero 2 della società bianconera, due volte in questa stagione è finito nel dopo partita nei pressi dello spogliatoio destinato agli arbitri per far sapere, in maniera non proprio diplomatica, il suo disappunto in merito ad alcune decisioni prese in campo. E siamo eleganti.

Ieri nel dopo partita mentre Andrea Pirlo con la sua flemma spiegava alle tv che “siamo all’inizio di un progetto pluriennale”, Pavel Nedved prendeva a calci dalla rabbia i cartelloni pubblicitari a bordo campo dentro lo Stadium. Di Avvocato con la A maiuscola ce n’è stato e ce ne sarà solo uno. Ma questi atteggiamenti dall’attuale dirigenza bianconera non sono più accettabili. La Juventus è la squadra più forte, vincente, organizzata, amata d’Italia; esempio e punto d’arrivo di tutte le altre squadre. Pretendere un nuovo Gianni Agnelli sarebbe troppo, un Boniperti però andrebbe benissimo.

(Foto: Wikimedia)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Covid e patologie cardiovascolari. Battistina Castiglioni ne parla a The True Show

Come ha reagito la rete cardiologica alla pandemia Covid? La dottoressa Castiglioni, consigliere nazionale GISE, a The True Show

Anemia falciforme, gli esperti a confronto

Tremila casi in Italia ma è la punta dell'iceberg: la dottoressa Erica Daina e la professoressa Maria Domenica Cappellini spiegano cosa serve dal lato terapie e organizzazione contro la malattia rara causata da una mutazione genetica ereditaria

Rsa, il piano Regione-Finlombarda contro la crisi delle strutture

Fino a tre milioni di euro di garanzie da Regione Lombardia. Dentro al piano da 30 milioni di euro gestito da Finlombarda spa – il braccio finanziario della Regione – che in qualità di intermediario finanziario assicurerà il “sostegno del fabbisogno di liquidità” alle Residenza Sanitarie Assistenziali (Rsa) no-profit accreditate con il sistema sanitario regionale

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Sos Inter… C’era una volta il nerazzurro

L’Inter campione d’Italia nella prossima stagione non vestirà nerazzurro ma un misto di due blu, chiaro e scuro, che si intrecciano su uno sfondo squamato

Andrea Pirlo dribbla l’esonero. Chi era pronto a sostituirlo… Rumors

Andrea Pirlo, nelle ore successive al tracollo con il Milan, è stato ad un passo dall'esonero. A Torino, dopo la disfatta interna...

Gli assembramenti? Sono legali (per gli ultras, ovviamente)

Alla faccia della pandemia, il Comune dà via libera alla festa

Il nuovo San Siro val bene una Cattedrale

Continuano le trattative tra Suning e Sala per il nuovo stadio

Mancini come Vieri? Il Ct della nazionale sta preparando una hit estiva

Dal pallone alla musica il passo è sempre più breve