Sports La triste fine dello "Juventus Style" (Ridateci almeno Boniperti)

La triste fine dello “Juventus Style” (Ridateci almeno Boniperti)

C’era una volta «l’Avvocato» (l’uso della maiuscola non è un errore) che usciva all’intervallo durante la partite della Juventus regalando commenti rimasti epocali (Del Piero definito Pinturicchio, ve lo ricordate?). C’era una volta uno stile, eleganza, classe. Lo Stile-Juve.

Il giorno dopo la clamorosa e dolorosa eliminazione dalla Champions League per mano del Porto quello che manca di più a molti tifosi bianconeri non è tanto la squadra, il campo, ma quanto accade fuori.
I dirigenti di oggi infatti ne hanno combinate quest’anno di tutti i colori. Andrea Agnelli si è lasciato andare ad una lotta all’insulto da bar con Antonio Conte dalla tribuna alla panchina. La prova che non basta il cognome… Fabio Paratici, il numero 2 della società bianconera, due volte in questa stagione è finito nel dopo partita nei pressi dello spogliatoio destinato agli arbitri per far sapere, in maniera non proprio diplomatica, il suo disappunto in merito ad alcune decisioni prese in campo. E siamo eleganti.

Ieri nel dopo partita mentre Andrea Pirlo con la sua flemma spiegava alle tv che “siamo all’inizio di un progetto pluriennale”, Pavel Nedved prendeva a calci dalla rabbia i cartelloni pubblicitari a bordo campo dentro lo Stadium. Di Avvocato con la A maiuscola ce n’è stato e ce ne sarà solo uno. Ma questi atteggiamenti dall’attuale dirigenza bianconera non sono più accettabili. La Juventus è la squadra più forte, vincente, organizzata, amata d’Italia; esempio e punto d’arrivo di tutte le altre squadre. Pretendere un nuovo Gianni Agnelli sarebbe troppo, un Boniperti però andrebbe benissimo.

(Foto: Wikimedia)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Cos’è il semestre bianco e perché è importante

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sta per entrare nel suo "semestre bianco". Ma cos'è e perché è importante?

Quanti anni ha Federica Pellegrini? Età, patrimonio e vita privata della nuotatrice Divina

Federica Pellegrini è tra le più grandi nuotatrici della storia. Età, carriera, vita privata e patrimonio della campionessa olimpica azzurra.

Green Pass in farmacia: come funziona, quanto costa. È boom di richieste (con polemica)

Il Green Pass in farmacia è molto richiesto nelle ultime ore. Tante la farmacie prese d'assalto. Sono soprattutto persone anziane a recarsi...

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Quanti anni ha Federica Pellegrini? Età, patrimonio e vita privata della nuotatrice Divina

Federica Pellegrini è tra le più grandi nuotatrici della storia. Età, carriera, vita privata e patrimonio della campionessa olimpica azzurra.

Federica Pellegrini quando gareggia la finale: data, ora, come vedere la diretta tv dalle Olimpiadi Tokyo 2021

Olimpiadi di Tokyo, la campionessa olimpica del nuoto è pronta a nuotare. Ecco quando gareggia Federica Pellegrini e come seguirla in TV.

Olimpiadi di Tokyo in tv, tra Eurosport e Rai seguirle è una faticaccia (anche per i troppi spoiler)

Troppi spoiler, continuo slalom tra Rai ed Eurosport e troppi tg Rai nei momenti clou. Risultato? Seguire le Olimpiadi è difficilissimo

Nicolò Martinenghi, chi è la sorpresa del nuoto italiano bronzo nei 100 rana

Chi è Nicolò Martinenghi, la giovane sorpresa del nuoto italiano che ha vinto la medaglia di bronzo nei 100 rana alle Olimpiadi di Tokyo 2020

Kessie, rinnovo con il Milan più vicino. Si riparla del contratto ad Olimpiadi concluse

Kessie e il rinnovo di contratto con il Milan agitano le ultime ore di calciomercato. L'ivoriano parla da Tokyo impegnato alle Olimpiadi.