Ucraina, Regno Unito pronto a fornire missili da contraerea

Ucraina, il Regno Unito pronto ad inviare nuove armi: fornirà altri missili da contraerea a Kiev. In arrivo anche droni e artiglieria.

Ucraina, rifornimenti dal Regno Unito: pronti altri missili da contraerea. L’annuncio del Ministero della Difesa inglese: “Aiuteranno a proteggere infrastrutture critiche per Kiev. Verranno usati in congiunzione con i sistemi di difesa aerea americani”. 

Ucraina, Regno Unito fornirà altri missili da contraerea

Il Regno Unito è pronto a fornire nuovi armamenti all’Ucraina in seguito ai bombardamenti russi degli scorsi giorni. In un comunicato ufficiale, il Ministero della Difesa inglese ha annunciato l’invio di altri missili da contraerea all’esercito di Kiev: “Forniremo questi missili AMRAAM nelle prossime settimane.

Verranno usati in congiunzione con i sistemi NASAMS stanziati dagli Stati Uniti”. La Gran Bretagna cerca in questo modo di supportare la difesa dello spazio aereo ucraino: “I missili aiuteranno a proteggere le infrastrutture nazionali critiche dell’Ucraina”. Oltre ai missili, il Ministero della difesa inglese si impegna a fornire centinaia di droni per potenziare le operazioni di spionaggio e raccolta informazioni. Inoltre, il Regno Unito invierà altri 18 cannoni d’artiglieria, da aggiungersi ai 64 già in territorio ucraino.

Aggiornamenti dal fronte: i russi si preparano a combattere a Kherson

Il Ministero della Difesa inglese ha pubblicato una nuova serie di aggiornamenti sullo stato della guerra. In base ai rapporti dell’intelligence, le forze russe stanno provando a riorganizzarsi: “Dopo una ritirata di circa 20 chilometri a nord del settore di Kherson nei primi giorni d’ottobre, le forze russe stanno provando a consolidare un nuovo fronte, ad ovest del villaggio di Mylove”. L’esercito di Mosca si starebbe inoltre preparando a spostare il conflitto proprio a Kherson: “Negli ultimi giorni, le autorità dell’occupazione russa avrebbero ordinato l’evacuazione di alcuni civili da Kherson.

È probabile che prevedano di ampliare il conflitto alla città”.