Ucraina, l’intelligence britannica: “Kiev avanza, difficoltà per le forze russe”

Ucraina, i rapporti dell'intelligence britannica: "L'avanzata di Kiev crea difficoltà alla Russia, Mosca preoccupata per Nova Kakhovka".

Ucraina, il rapporto dell’intelligence britannica sui piani di Kiev“Nuove operazioni offensive a Kherson e Kharkiv, l’avanzata mette in difficoltà le forze russe”. Secondo gli ultimi rapporti del Ministero della Difesa inglese Mosca teme di perdere i territori appena annessi.

Ucraina, i rapporti dell’intelligence britannica: “Procede l’avanzata di Kiev”

Il Ministero della Difesa inglese ha pubblicato su Twitter gli ultimi rapporti dell’intelligence sulla guerra in Ucraina. Secondo le informazioni raccolte dall’agenzia britannica, negli ultimi giorni le forze armate di Kiev hanno preparato una nuova offensiva“Le forze armate ucraine hanno iniziato una nuova fase di operazioni offensive nell’oblast di Kherson il 2 ottobre 2022.

Avanzando verso sud, le unità ucraine hanno spinto in avanti la linea del fronte di ulteriori 20 km. Hanno guadagnato terreno principalmente lungo la sponda orientale dell’Inhulets e la sponda occidentale del Dnipro, ma non minacciano ancora le principali posizioni difensive russe”.

Un’avanzata che si aggiunge ai movimenti sul fronte nord-orientale, segnalati dagli inglesi il 5 ottobre: “L’Ucraina continua a compiere progressi nelle operazioni offensive lungo il fronte nord-orientale e meridionale.

Nel nord-est, nell’oblast di Kharkiv, l’Ucraina ha ora consolidato una vasta area di territorio a est del fiume Oskil”.

Le difficoltà della Russia: “Mosca preoccupata per il settore di Nova Kakhovka”

Per l’agenzia britannica, l’avanzata dell’esercito ucraino starebbe mettendo in difficoltà le forze russe. A preoccupare Mosca è la possibilità di perdere terreno nelle aree appena annesse“I leader russi con molta probabilità saranno politicamente preoccupati che le principali unità ucraine si stiano avvicinando ai confini dell’oblast di Luhansk, che la Russia ha affermato di aver formalmente annesso venerdì scorso”.

I movimenti di Kiev sul fronte meridionale mette inoltre i russi in una posizione difficile: “”Le forze russe si sono ritirate. È probabile che i loro comandanti considerino la crescente minaccia al settore di Nova Kakhovka come una delle loro preoccupazioni più urgenti. La Russia si trova di fronte a un dilemma: ritirare le forze di combattimento attraverso il Dnipro, che renderebbe più sostenibile la difesa di Kherson, oppure difendere le posizioni.

La Russia ha impegnato la maggior parte delle sue forze aviotrasportate, ora gravemente indebolite, nella difesa di Kherson. Pertanto, ha attualmente poche forze aggiuntive e di alta qualità disponibili e dispiegabili rapidamente. Probabilmente dovrà schierare nuovi riservisti mobilitati”.