Russia Ucraina news: russi vicini a una seconda centrale nucleare

Russia Ucraina news: le forze militari russe sono vicini a una seconda centrale nucleare ma intanto via libera ai corridoi umanitari.

Russia Ucraina news: incredibile ma è la guerra. I militari russi starebbero avanzando verso una seconda centrale nucleare. Intanto, sono sotto assedio città e punti strategici.

Russia Ucraina news: russi vicini a una seconda centrale nucleare

Nella notte del 4 marzo è stata bombardata la centrale nucleare più grande d’Europa, la quinta al mondo. Nel corso degli scontri tra le forze russe e ucraine è scoppiato un incendio fuori dal perimetro della centrale poi messa in sicurezza.

A bruciare sono stati un edificio e un laboratorio, come spiegato dai responsabili dell’impianto. Le fiamme non hanno colpito strutture essenziali.

A quanto pare, il rischio di uno scoppio di una centrale nucleare non interessa a Puti, perché i militari russi sono vicini a una seconda centrale in Ucraina. Sono a “una ventina di miglia (32 km)”. A dare la notizia nella notte del 5 marzo è stata l’ambasciatrice americana all’Onu, Linda Thomas-Greenfield, senza indicare il nome dell’impianto.

Secondo Energoatom, organismo ucraino di supervisione delle centrali nucleari, il secondo più grande impianto del Paese è quello di Yuzhnoukrainsk, nella regione di Mykolaiv, nel sud dell’Ucraina. Intanto, si continua a bombardare città strategiche e si punta sempre a Kiev.

Corridoi umanitari: c’è il via libera della Russia

Tra bombe e attacchi è arrivato il via libera ai corridoi umanitari per permettere a migliaia di civili di mettersi in salvo nei luoghi più colpiti.

“La Russia dichiara un corridoio umanitario e un cessate il fuoco dalle 10 ora di Mosca (le 8 in Italia) per l’uscita dei civili da Mariupol e Volnovakha. Corridoi umanitari e vie di uscita sono stati concordati con la parte ucraina”. Lo rende noto il ministero della Difesa russo.

Intanto, l’offensiva russa avanza e come ha fatto sapere il ministero della Difesa russo: “Le forze armate russe hanno distrutto un deposito di missili anticarro Javelin e Nlow nel sito ucraino di Zhytomyr, a est di Kiev.

In più, si fa più importante  l’assedio delle forze armate russe sulla città portuale di Mariupol, strategica posizione sul mar di Azov”.

LEGGI ANCHE: Centrale nucleare Ucraina: il terrore di una nuova Chernobyl