Napoli, anziano aggredito e poi lanciato nel cassonetto. VIDEO

Napoli, anziano aggredito: episodio gravissimo compito da un gruppo di ragazzi che poi postano le immagini sui social.

Napoli, anziano aggredito: incredibile ciò che succede nella città campana. Un gruppo di ragazzi aggredisce e schernisce un anziano, per poi riprendere e postera le immagini sui social.

Napoli, anziano aggredito

A Napoli, accade un episodio che va condannato ancora prima di raccontarlo. Alcuni ragazzi hanno aggredito ed umiliato un anziano.  L’uomo è stato preso di peso e di prepotenza per poi essere messo un cassonetto dei rifiuti tra le risate scroscianti dei presenti.

E se non bastasse, tutto ciò è stato ripreso da un cellulare per poi essere condiviso su TikTok.

Lanciato nel cassonetto. VIDEO

Le immagini dell’aggressione sono state riprese da un telefonino e postate immediatamente su TikTok. E così il video è stato segnalato al consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli che ha condannato, ovviamente, l’episodio per poi girare il filmato alle forze dell’ordine.

“Ancora un video vergognoso, realizzato a quanto ci segnalano nel Napoletano, postato su Tiktok la cui dinamica è fin troppo chiara: la vittima è presa in braccio di prepotenza e costretta a entrare in un cassonetto dei rifiuti, tra le risate scroscianti dei protagonisti e degli astanti.

L’uomo in evidenti difficoltà chiede a gesti di essere aiutato ad uscire ma lo si continua a riprendere e a divertirsi mentre annaspa tra i rifiuti. L’ ‘eroico’ gesto viene naturalmente esibito come un trofeo sui social. Vergogna, vergogna e ancora vergogna questa è la sola reazione a un simile vigliaccata. Si è raggiunta una tale sottocultura e un così grave imbarbarimento dei costumi che si fa fatica a pensare da dove cominciare per rimediare a un tale disastro sociale.

I giovani che si divertono a crepapelle bullizzando un indifeso, l’uno contro tutti, ma che storia è? In che consiste il divertimento, questo elabora il cervello degli uomini di domani? Il web è senza dubbio la vetrina preferita dai cialtroni per diffondere e condividere la loro inciviltà, venga allo stesso modo utilizzato da chi di dovere per identificare e sanzionare chi promuove la dottrina della prevaricazione e della violenza”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.

LEGGI ANCHE: Chi era Ludovica Bargellini: The Young Pope e film dell’attrice morta in un incidente