Facts Leonardo Da Vinci, identificati 14 discendenti viventi: caccia al Dna

Leonardo Da Vinci, identificati 14 discendenti viventi: caccia al Dna

La caccia al Dna di Leonardo Da Vinci è a un punto di svolta grazie a un nuovo e più completo albero genealogico della famiglia che ricostruisce 21 generazioni di padre in figlio, dal 1331 ad oggi, e che identifica ben 14 discendenti diretti attualmente viventi, dei quali 13 ancora sconosciuti. Sulla rivista Human Evolution è stato pubblicato il risultato del lavoro, frutto di ricerche decennali, che aiuterà a ricostruire il profilo genetico dell’autore della celebre Gioconda.

I discendenti diretti di Leonardo Da Vinci

La svolta negli studi sul Dna di Leonardo Da Vinci potrebbe arrivare grazie all’identificazione di 14 discendenti in linea diretta maschile e attualmente in vita.

“Hanno un’età compresa tra uno e 85 anni, vivono non proprio a Vinci, ma in Comuni limitrofi fino alla Versilia e fanno mestieri comuni, come l’impiegato, il geometra, l’artigiano” ha precisato Alessandro Vezzosi, autore dello studio e fondatore del Museo Ideale Leonardo da Vinci.

Le ricerche sul Dna di Leonardo Da Vinci

Nei prossimi mesi verrà analizzato il Dna dei discendenti di Leonardo Da Vinci per contribuire alle ricerche della task force internazionale “The Leonardo Da Vinci DNA Project“, un progetto a cui collaborano diverse università e centri di alto profilo, tra cui il Dipartimento di Biologia dell’Università di Firenze diretto da David Caramelli, e attualmente presieduto da Jesse Ausubel della Rockefeller University di New York.

Più articoli dello stesso autore

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Le sedi delle prossime olimpiadi? Ecco quali città le ospiteranno (e chi sta pensando di candidarsi)

La sede delle prossime Olimpiadi del 2032 sarà Brisbane, unica città candidata. I Giochi torneranno in Australia a distanza di 32 anni da Sydney 2000.

Ius soli sportivo: cos’è e come funziona lo strumento richiesto dal Coni

Lo Ius soli sportivo prevede la possibilità che giovani stranieri partecipino a competizioni per squadre italiane ma non permette di ottenere la cittadinanza escludendoli dalle convocazioni della Nazionale.

Notizie Correlate

Le sedi delle prossime olimpiadi? Ecco quali città le ospiteranno (e chi sta pensando di candidarsi)

La sede delle prossime Olimpiadi del 2032 sarà Brisbane, unica città candidata. I Giochi torneranno in Australia a distanza di 32 anni da Sydney 2000.

Ius soli sportivo: cos’è e come funziona lo strumento richiesto dal Coni

Lo Ius soli sportivo prevede la possibilità che giovani stranieri partecipino a competizioni per squadre italiane ma non permette di ottenere la cittadinanza escludendoli dalle convocazioni della Nazionale.