Kiss all’Arena di Verona l’11 luglio è a rischio. Il gruppo: “Senza fuochi il concerto non si fa”

Kiss all'Arena di Verona l'11 luglio 2022. La band musicale è pronta ad esibirsi ma ci sarebbero dei problemi per la riuscita dell'evento.

Kiss all’Arena di Verona: il gruppo è pronto ad esibirsi l’11 luglio 2022 anche se pare ci siano alcuni problemi che stanno mettendo a rischio il concerto. Ecco quali sono gli imprevisti che potrebbero far saltare l’evento.

Kiss all’Arena di Verona l’11 luglio

I Kiss hanno in agenda un concerto all’Arena di Verona l’11 luglio 2022. Paul Stanley e Gene Simmons tornano così on the road per l’ultima volta con concerti in Francia, Regno Unito, Germania, Danimarca, Norvegia, Svezia, Spagna, Italia, Polonia, Ungheria, Bulgaria, Svizzera e poi ancora Sud Africa e Stati Uniti. La formazione attuale dei Kiss è composta da: Paul Stanley e Gene Simmons, insieme al chitarrista Tommy Thayer e il batterista Eric Singer.

Per info e biglietti ecco il link di ticketone.it.

L’evento è a rischio. Il gruppo: “Senza fuochi il concerto non si fa”

Il concerto della band previsto all’Arena di Verona è a rischio a causa della contrarietà di Vincenzo Tinè della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza all’uso di fuochi d’artificio e fumogeni all’interno della location, per presunti rischi di danneggiamento della struttura.

Il management del gruppo ha ribadito che in caso di divieto all’uso degli effetti pirotecnici, i KISS non suoneranno.

Intanto, ecco la posizione del nuovo sindaco Damiano Tommasi: “Siamo a tre giorni dal concerto, pensavo che fosse tutto risolto. Ci incontreremo con Tinè per capire quali siano le reali problematiche. In Arena si è sempre avuto un occhio di riguardo per l’aspetto monumentale e per la tutela dell’anfiteatro, sinceramente non so come fosse stato organizzato questo concerto”.

 

LEGGI ANCHE: Maneskin a Roma 9 luglio 2022: apertura cancelli, scaletta canzoni e biglietti del concerto al Circo Massimo