Gela, raffineria Eni in fiamme dopo l’esplosione di un forno

Raffineria Eni in fiamme a Gela, dove è divampato un incendio che ha spaventato cittadini e operai. Non si registrano feriti

Raffineria Eni in fiamme a Gela, in Sicilia. Un incendio, infatti, ha fatto scattare il Piano di emergenza generale e spaventato lavoratori e cittadini della città. Il fuoco, in modo particolare, si è sviluppato negli impianti di distillazione dell’Isola 8 dopo la esplosione di un forno degli impianti di distillazione. In tutta l’area industriale si è sentito un grande boato ed è uscita per un pronto intervento la squadra antincendio. Un episodio che segue quello accaduto a fine novembre nella raffineria Eni di Stagno (provincia di Livorno) dove un fumo nero era divampato in un in un impianto del forno hot oil dello stabilimento provando grande paura tra cittadini e lavoratori della raffineria toscana.

Gela, raffineria Eni in fiamme

Per spegnere le fiamme che sono divampare nella raffineria di Gela è servita all’incirca un’ora di lavoro per spegnere le fiamme. A quanto trapela da ambienti sindacali parrebbero non esserci feriti. Sono attualmente in corso accertamenti per risalire alle cause di quanto accaduto. Lo spavento per l’incendio, in ogni caso, è stato molto forte tanto che gli operai che in quel momento erano sul posto di lavoro se ne sono andati in massa.

L’incendio comunque è stato domato e la raffineria Eni ora è stata messa al sicuro.