Fine green pass: che cosa cambia dopo il 31 marzo?

Fine green pass: cosa succederà con la fine dello stato d'emergenza dopo il 31 Marzo. Quali restrizioni rimaranno?

Fine green pass: che cosa cambia e succederà con la fine dello stato d’emergenza. A partire dal mese di aprile, cosa accadrà principalmente con la certificazione verde?

Fine green pass: che cosa cambia dopo il 31 marzo?

Cosa succederà con il green pass con la fine dello stato di emergenza? In molti se lo chiedono che fine farà la certificazione verde dopo il 31 marzo. I poteri straordinari del governo verranno meno così come i tempi celeri delle decisioni.

Ecco cosa potrebbe succedere con la certificazione verde a partire dal mese di Aprile.

  • Ci potrebbe essere l’addio graduale alla certificazione, partendo – per esempio – dai luoghi all’aperto
  • Addio anche ai colori delle regioni e stop ai poteri dei governatori: non sarà più possibile decidere regole ancora più restrittive di quelle stabilite da Palazzo Chigi.
  • Meno misure restrittive come ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa: “Credo che sia uno scenario possibile, dobbiamo completare la somministrazione delle terze dosi ma con questo ritmo per marzo potremmo aver finito e così si potrà aprire uno scenario con meno misure restrittive”.

  •  L’obbligo del Super Green Pass (si ottiene con il vaccino) previsto attualmente per ristoranti e piscine all’aperto, stadi e sport di squadra come il calcetto: potrebbe essere cancellato o sostituito con quello base (rilasciato anche con tampone).
  • Non servirà più alcun Certificato verde per shopping, banche e uffici postali. E forse anche per i clienti di parrucchieri, barbieri, estetisti e tutti i centri di servizi alla persona.
  •  il Green pass, super o base, resterà fino all’estate nei trasporti quelli a lunga percorrenza.

    Idem sul luogo di lavoro, anche perché che da ieri è diventato obbligatorio quello rafforzato (vaccino) per gli over 50.

  • L‘addio definitivo al Green pass potrebbe arrivare poco prima dell’inizio dell’estate, magari proprio nella data del 15 giugno, quando scadrà l’obbligo vaccinale al lavoro per gli over 50.

Proroga stato di emergenza covid

La Camera ha approvato  con 452 voti favorevoli e 53 contrari e nessun astenuto, la fiducia posta dal Governo sul decreto legge, che proroga fino al 31 Marzo lo stato di emergenza nazionale anti-Covid.

Resteranno dunque in vigore le restrizioni e le regole sul Green pass fino al 31 marzo.

LEGGI ANCHE: Proroga stato di emergenza covid: si dalla Camera