Farmaci anti covid venduti online illegalmente. Bloccati diversi siti

Farmaci anti covid online venduti illegalmente. Diversi siti sono stati individuati e bloccati dai Nas nel corso dell'indagini.

Farmaci anti covid online, venduti illegalmente, sono stati bloccati dai Nas. Sono stati oscurati diversi siti trovati sul dark web. Un vero e proprio commercio illegale sulla salute delle persone.

Farmaci anti covid online, venduti illegalmente

Farmaci anti covid trovati sul dark web: i carabinieri del Nas hanno individuato online farmaci per curare la malattia.

Oltre a una serie di farmaci recanti varie indicazioni terapeutiche e soggetti a obbligo di prescrizione, nonché vendibili solo in farmacia da parte di farmacista abilitato, i Nas hanno individuato l’offerta in vendita di medicinali contenenti principi attivi soggetti a particolari restrizioni d’uso e specifiche indicazioni d’impiego clinico o sperimentale in relazione all’infezione da SARS-COV-2.

Tra i farmaci anti covid offerti e venduti dai siti oscurati vi erano alcuni approvati dall’Aifa solo in particolarissimi casi e solo sotto stretta osservanza medica, mentre altri addirittura esplicitamente vietati come farmaci anti covid in quanto potenzialmente dannosi. Tra i farmaci pericolosi individuati dal Nucleo dei Carabinieri per la tutela della salute, vi erano ad esempio l’ivermectina, per la quale l’EMA ha già emesso da tempo una raccomandazione di non utilizzo per la prevenzione o il trattamento di Covid-19 al di fuori degli studi clinici.

Si tratta di un medicinale per anni usato con successo per debellare vermi e parassiti, in particolare negli animali come i cavalli ma assolutamente non efficace contro la covid. In Usa diverse persone sono state ricoverate dopo aver assunto dosi di questo farmaco preparate per gli animali.

Bloccati diversi siti sul dark web

Nell’indagini dei Nas sono stati oscurati circa 30 siti sui quali venivano venduti illegalmente farmaci anti covis.

I provvedimenti sono stati emessi dalla Direzione Generale dei dispositivi medici e del servizio farmaceutico nei confronti di altrettanti siti collocati su server esteri e con riferimenti di gestori non individuabili, sui quali venivano promosse e offerte, anche in lingua italiana, varie tipologie di medicinali correlate anche all’emergenza pandemica da Covid-19.

Dopo i numerosi interventi dei Nas nel 2021 nel bloccare la vendita di farmaci online arriva anche un messaggio per i cittadini.

“Invitiamo i cittadini a diffidare delle offerte in rete di medicinali e prodotti non autorizzati o di dubbia provenienza, ricordando che la vendita on line di farmaci soggetti a obbligo di prescrizione è assolutamente vietata e che, per quanto concerne l’offerta in vendita dei medicinali senza obbligo di prescrizione, è necessario verificare sempre la presenza del previsto logo identificativo nazionale cliccando il quale si viene rimandati alla pagina web del sito internet del Ministero della Salute contenente i dati relativi all’autorizzazione” spiegano i Nas.