Di cosa parla “Ciao Ciao”, la canzone dei rappresentanti di lista – TESTO

Di cosa parla la canzone "ciao ciao" dei rappresentanti di lista? Ecco cosa è stato dichiarato in merito al testo della canzone

La canzone “Ciao Ciao” dei rappresentanti di lista è tra le prime dieci in classifica parziale a Sanremo 2022. Di cosa parla “ciao ciao”?

Di cosa parla “Ciao Ciao”

La rappresentante di Lista è un gruppo musicale che a Sanremo si è esibito con la canzone “Ciao Ciao”. Ma di cosa parla la canzone della rappresentante di lista?. Si tratta di una canzone molto apprezzata dal pubblico.

In una intervista rilasciata a Grazia sull’argomento, infatti, i due hanno spiegato qualcosa in più sul loro testo.

Alla domanda su a cosa sia rivolta e a chi la loro canzone, Dario Mangiaracina ha risposto che “Più che a qualcuno, a qualcosa: nel caso di Palermo, la mia città, al degrado. Ma è anche un “ciao ciao” alla violenza, all’incapacità di gestire i conflitti, alla paura. Veronica Lucchesi, invece, ha riferito che questo “ciao ciao” era anche riferito alla guerra. Sempre sul testo della canzone, a Grazia hanno rivelato che il ciao ciao “può essere anche un saluto alle illusioni ormai crollate, come le certezze che fondano la nostrano identità”.

Dario, sempre in merito alla canzone, ha commentato che il ciao ciao è la speranza della “fine di un periodo” e il riferimento della pandemia è assolutamente attuale.

“La rappresentante di lista”: chi sono

La Rappresentante di lista è un gruppo musicale che si è formato per iniziativa di Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina. Il primo incontro tra i due risale al 2011 quando a Valledomo, durante le prove di uno spettacolo teatrale, i due hanno iniziato a conoscersi e non si sono più persi di vista. In un secondo momento si sono aggiunti al gruppo Erika Lucchesi, Marta CannuscioEnrico Lupi e Roberto Calabrese.

Il testo di “Ciao Ciao”

Come stai bambina?
Dove vai stasera?
Che paura intorno…
È la fine del mondo.
Sopra la rovina sono una regina,
Mammamma…
Ma non so cosa salvare.
Sono a pezzi, già mi manchi
Occhi dolci, cuori infranti.
Che spavento,
Come il vento,
Questa terra sparirà.
Nel silenzio della crisi generale
Ti saluto con amore
Con le mani, con le mani, con le mani
Ciao ciao
Con i piedi, con i piedi, con i piedi
Ciao ciao
E con la testa, con il petto, con il cuore
Ciao ciao
E con le gambe, con il culo, coi miei occhi
Ciao!
Questa è l’ora della fine,
Romperemo tutte le vetrine.

Tocca a noi, non lo senti, come un’onda arriverà.
Me lo sento esploderà, esploderà!
La fine del mondo è una giostra perfetta.
Mi scoppia nel cuore la voglia di festa.
La fine del mondo, che dolce disdetta.
Mi vien da star male, mi scoppia la testa!
Con le mani, con le mani, con le mani
Ciao ciao
E con i piedi, con i piedi, con i piedi
Ciao ciao
E con le gambe, con il culo, coi miei occhi
Ciao ciao
E con la testa, con il petto, con il cuore
Buonanotte, bonne nuit
E bonne nuit e ciao ciao.

Buonanotte, è la fine, ti saluto,
Ciao ciao
Buonanotte, bonne nuit
E bonne nuit e ciao ciao
Ciao ciao
Ciao ciao
Mentre mangio cioccolata in un locale,
Mi travolge una vertigine sociale.
Mentre leggo uno stupido giornale,
In città è scoppiata la guerra mondiale.
E con le mani, con le mani, con le mani
Ciao ciao
E con i piedi, con i piedi, con i piedi
Ciao ciao
Con le mani, con le mani, con le mani
Ciao ciao
Con i piedi, con i piedi, con i piedi
Ciao ciao
E con la testa, con il petto, con il cuore
Ciao ciao
E con le gambe, con il culo, coi miei occhi
Ciao