Chi era Gilbert Gottfried: morto il famoso attore nella saga di “Piccola Peste”

Chi era Gilbert Gottfried: attore comico di origini americane, apprezzato per il suo ruolo nella saga Piccola Peste.

Chi era Gilbert Gottfried: attore comico americano famoso per alcuni ruoli specifici che sono rimasti nell’immaginario collettivo: nella saga di Piccola Peste e nel film animazione Aladdin.

Chi era Gilbert Gottfried

Gilbert Gottfried è nato a New York il 28 febbraio 1955, viveva negli Stati Uniti ed è morto nella stessa città il 12 aprile 2022. La sua famiglia era ebraica ed aveva due fratelli. Sin da piccolo si è avvicinato al mondo della recitazione.

Già a 15 anni ha iniziato a fare i suoi primi spettacoli scegliendo da subito la strada della comicità. Sul set è stato l’amatissimo volto di Igor Peabody nella serie di titoli Piccola peste.

L’attore era noto anche come doppiatore, conosciuto, ad esempio, per aver dato in maniera esilarante la voce al personaggio dello spiritoso pappagallo Iago nel film di animazione «Aladdin» della Disney. Lo si era anche visto in Beverly Hills Cop II – Un piedipiatti a Beverly Hills (1987) e in Un piedipiatti a Beverly Hills II (1987), “Don, un cavallo per amico” (1988), “Le avventure di Ford Fairlane” (1990).

Ha sposato Dara Kravitz nel 2007 dopo circa dieci anni di fidanzamento. Dal matrimonio sono nati due figliLily Aster (classe 2007) e Max Aaron (classe 2009).

Morto il famoso attore nella saga di “Piccola Peste”

Stando a quando è stato detto da Glenn Schwartz, l’attore è venuto a mancare a causa di una malattia che lo ha colpito, la tachicardia ventricolare, ricorrente dovuta alla distrofia miotonica di tipo II, rara malattia che può provocare un battito cardiaco anormale.

“Abbiamo il cuore spezzato nell’annunciare la scomparsa del nostro amato Gilbert Gottfried dopo una lunga malattia”, ha detto la sua famiglia in una dichiarazione. “Oltre ad essere una delle voci più iconiche della commedia, Gilbert era un meraviglioso marito, fratello, amico e padre dei suoi due figli piccoli. Anche se oggi è un giorno triste per noi, per favore continuate a ridere il più forte possibile in onore di Gilbert”.