Bonus idrico 2022: scadenza, requisiti e come richiederlo

Bonus idrico 2022: di cosa si tratta ma soprattutto fino a quando c'è tempo per richiedere ed usufruire di quest'agevolazione.

Bonus idrico 2022: la scadenza è vicina in base all’ultima proroga da parte del Governo. Ecco quali sono i passaggi per ottenere l’agevolazione e soprattutto i requisiti da rispettare per avere diritto a ricevere l’erogazione una tantum.

Bonus idrico 2022: scadenza

Il tempo stringe per poter presentare la domanda di richiesta del bonus idrico 2022. In base all’ultima scadenza c’è tempo fino alle 23:59:59 di oggi, 30 giugno 2022.

Si tratta di una erogazione una tantum di  mille euro, per coprire le spese sostenute per l’installazione di strumenti che favoriscono “il risparmio d’acqua”.

Bonus idrico 2022: requisiti

Uno dei requisiti per poter accedere al bonus riguarda gli interventi che devono essere stati effettuati tra il 1°gennaio e il 31 dicembre 2021. Nel bonus rientrano la fornitura e la posa in opera di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, comprese le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti, la fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto.

Anche in questi casi sono comprese le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti .

Come richiederlo

Per accedere all’agevolazione bisogna collegarsi alla piattaforma messa a disposizione dal MiTE e registrarsi usando lo SPID o Carta d’Identità Elettronica. L’inserimento di dati ed allegati deve essere completato entro trenta minuti.

LEGGI ANCHE: Super Bonus 110%, fondi finiti ed imprese a rischio: cosa sta succedendo?