Economy Tornare a una situazione pre-Covid? Non prima del 2024

Tornare a una situazione pre-Covid? Non prima del 2024

L’assalto alla diligenza dei 209 miliardi del Recovery Fund è iniziato da tempo, molto prima che iniziasse la lotteria dei bonus. Ma se l’Italia si limiterà a distribuire mance a un po’ tutte le categorie il tesoretto finirà presto e la ripresa economica resterà una remota speranza. Le partite Iva – a partire dai più giovani, quelli che hanno aperto un’attività nel 2020 – sono in sofferenza, anche perché il 2021 si apre con rinnovate difficoltà. La Cgil di Mestre (che segue da vicino il mondo delle Pmi e degli artigiani) ha fatto due conti: “A livello pro capite stimiamo che l’anno scorso ogni italiano abbia perso mediamente 2.600 euro di reddito, mentre quest’anno ne riguadagnerà poco meno di 1.400 euro. Nel biennio 2020-2021, pertanto, il saldo sarà negativo e pari a poco più di 1.200 euro. Quest’anno, quindi, assisteremo a un rimbalzo della nostra economia che ci farà recuperare solo una parte della contrazione registrata nel 2020. Torneremo a una situazione pre-Covid non prima del 2024”. E c’è un’altra novità dall’inizio del 2021: la normativa europea che riguarda la possibilità di “sconfinamento” in banca, che costringerà gli istituti di credito “a tenere un comportamento molto prudente nei confronti delle imprese. Infatti con l’abbassamento della soglia di sconfinamento, registreremo una impennata dei crediti deteriorati”, conferma la Cgia. C’è da augurarsi, in particolare per i giovani, che vengano in soccorso le associazioni d’impresa e le amministrazioni locali.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Più articoli dello stesso autore

Giuseppe De Donno, il dottore ucciso da invidia e interessi di parte

Un medico che ha messo sempre il paziente prima di tutto. E per questo è stato infangato da luminari colleghi e detrattori

Riccardo Muti: biografia, figli e carriera di un ambasciatore italiano nel mondo

Chi è Riccardo Muti, il celebre direttore d'orchestra che oggi, 28 luglio, compie 80 anni. Biografia, figli e carriera di un ambasciatore...

Stefano De Martino e Fiammetta Cicogna si sono sposati (ma è solo una scena di un film)

L’ex ballerino di Amici insieme alla modella e conduttrice Fiammetta Cicogna stanno girando il film dal titolo Il giorno più bello.

Iscriviti a True Economy

Ogni lunedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella email

Notizie Correlate

Borsa italiana, alta tensione: le semestrali post Covid? Tutte il 29 luglio. Analisti e Sim contro la Consob, rischio trasparenza sui mercati

Tutte le semestrali post covid delle big di Piazza Affari presentate in poche ore a fine luglio: da Unicredit a Generali, Moncler, Leonardo, Fincantieri, Raiway, Eni, Saipem e Recordati. Un analista: "Assurdo che Consob lo consenta"

Varie ed eventuali su Olimpiadi, idrogeno e auto elettriche

Il boom di auto elettriche ed ibride, i paperoni dello sport olimpico e le vendite vertiginose del prosecco

Brunello Cucinelli fa imbarazzare Gedi per la doppia intervista a La Stampa e Repubblica

Brunello Cucinelli, quella doppia intervista al Gruppo Gedi fa discutere. E anche la sua filantropia anche verso i no-vax

Genova, il G8 e la storia del Black Bloc: dagli anni ’80 a Seattle, ecco la “tattica” che ha cambiato il modo di manifestare

Chi sono i black bloc? Dagli anni '80 ad oggi, storia di un nuovo modo di manifestare che ha fatto scuola in tutto il mondo

Reinventing Cities Milano, Redo e le coop vincono la gara dell’ex Macello

Reinventing Cities Milano, fine dei giochi all'Ex Macello: Redo e le coop i vincitori. Ecco i nodi del progetto