Sport? Il gossip di fine anno non risparmia nessuno, soprattutto i giornalisti

Gossip di fine anno non risparmia nessuno. Soprattutto se si parla di giornalisti e conduttori tv noti e furbastri

Se qualcuno pensa che a Natale siamo tutti davvero più buoni si sbaglia di grosso, soprattutto se si parla di gossip. Tra cene aziendali, aperitivi natalizi e brindisi per gli auguri le occasioni per chiacchierate e retroscena sono più numerose del solito. Ecco una breve lista dei gossip di fine anno, da portarci nel 2022.

Il gossip di fine anno: le giornaliste della pubblicità

Profumi, birra, per non parlare dell’immancabile abbigliamento.

Alla faccia delle regole deontologiche dell’Ordine dei Giornalisti sui social, soprattutto Instagram, è un pullulare di foto di giornaliste che mostrano prodotti, ovviamente senza mai nominarli, sperando così di poterla fare franca. Le più spavalde sono alcuni volti tv legati ad una società milanese di management. Ma c’è chi dice che tutto questo sta per finire… Chi sono queste influencer dell’OdG?

Il gossip di fine anno: la Famiglia modello “Mulino Bianco”

Lei e lui, marito e moglie, entrambi giornalisti, di livello nazionale, carini, sportivi, innamorati. Almeno stando a quanto emerge dalla loro pagine social (onestamente più quelle di lei che di lui) dove è un pullulare di abbracci, sorrisi e foto da famiglia felice, per non dire perfetta. Ma sotto sotto le cose stanno in maniera leggermente diversa. Lui temo fa ha perso la testa per un volto noto della Tv incontrata per caso a Milano Marittima; la cosa è andata avanti per mesi e ad oggi risulta finita.

Mai però dire “per sempre”. Lei, all’oscuro di tutto, viene però dipinta dai colleghi che frequentano la medesima sala stampa come una che di certo non disdegna qualche scappatella… (ma qui si tratta solo di voci). Chi sono?

Il presidente incontenibile

A tutti piace vincere, soprattutto quando di mezzo ci sono i propri soldi. Ma nel mondo dello sport italiano c’è un uomo che non ha davvero il senso della misura.

Lui, da sempre legato al mondo dello sport in varie sfaccettature, fa di tutto per regalarsi la squadra dei sogni e se c’è sul mercato una grande occasione non bada a spese. Il problema è che non stiamo parlando del Qatar e del suo Paris Saint Germain ma di un imprenditore, ricco si ma non ai livelli della Champions League. Un uomo dalle mani bucate, quando si tratta della sua squadra.

Il massimo della vita per un tifoso, un grosso problema per chi alla fine quella società la amministra e deve controllare bilanci, entrate e uscite. E qui è il disastro. Davanti alla montagna di spese insostenibili per le casse ci sono due alternative: le dimissioni (o la cacciata con buonuscita, fate voi) o la speranza che il nostro impari a trattenersi. Chi è?

Quando il conduttore bizzoso stufa

Non è una novità che la fama, piccola o grande, locale o internazionale, possa dare alla testa, soprattutto delle persone non proprio intelligentissime che in un attimo passano da quasi timide e disponibili a rompiscatole dalle mille pretese.

Non fa eccezione il noto conduttore da anni tra i grandi protagonisti del mondo del pallone che starebbe esagerando con richieste e pretese nelle sue varie attività. Il “nostro” infatti sta diventando il tormento di colleghi e collaboratori con i suoi capricci che trasformano ogni cosa, anche la più semplice, in un tema di discussione. La scelta degli ospiti da affiancargli è peggio del cubo di Rubik; la puntualità una cosa marginale, i disguidi tecnici sempre più frequenti delle piccolezze.

Al momento però la notorietà e l’agente lo difendono da ogni rischio ma, stia attento, perché a furia di tirare la corda prima o poi questa si spezza. Di chi stiamo parlando?