Everton-Newcastle interrotta: un tifoso si lega la gola al palo della porta

Everton Newcastle interrotta: la partita di Premier League ha fatto parlare di sé più per l'invasione che per il risultato di gioco.

Everton-Newcastle interrotta per una strana invasione di campo: un giovane si è addirittura legato al palo della porta talmente bene che la sicurezza ha impiegato diversi minuti per liberarlo.

Everton-Newcastle interrotta: un tifoso si lega in campo

Incredibile ciò che è successo durante la partita di Premier League tra Everton e Newcastle: un tifoso ha invaso il campo legando la propria gola al palo della porta. 

Immediatamente è intervenuta la sicurezza che ha impiegato ben otto minuti per liberare il giovane per poi portarlo via di peso da rettangolo di gioco per permettere di riprendere a giocare.

Un gesto anche pericoloso perché la fascetta era molto stretta e quasi il ragazzo faceva fatica a respirare, anche per questo sono stati necessari ben otto minuto per liberarlo e portarlo via. L’Everton ha vinto 1-0 grazie al gol di Iwobi al 99′, arrivato nonostante l’inferiorità numerica dovuta all’espulsione di Allan all’83’.

Invasione per protestare in difesa del clima

I motivi che hanno spinto il giovane ad invadere il campo erano per manifestare in difesa del clima.

Si tratta di un episodio molto simile a quanto successo la sera prima durante Arsenal-Liverpool, quando un uomo si era invece ammanettato al palo.

Il ragazzo che ha interrotto Evertone-Newcastle indossava una maglietta arancione con scritto “Just Stop Oil”. Si tratterebbe di un gruppo ambientalista impegnato nella lotta contro l’estrazione petrolifera nel Mare del Nord. Just Stop Oil ha commentato l’accaduto su Twitter“Questa sera, Louis si è legato al palo della porta di Goodison Park indossando una maglietta Just Stop Oil, costringendo l’arbitro a interrompere brevemente il gioco.

Quando ha spiegato perché ha scelto questa azione, Louis ha detto: ‘È il 2022 ed è tempo di alzare lo sguardo, è tempo di farsi avanti e non restare a guardare. È ora di agire come se fosse un’emergenza. Sempre più report mi dicono che il mio futuro sarà terribile e il mio governo mi dice di non preoccuparmi e di pagare una pensione. Ma abbiamo una scelta’. Possiamo scegliere di evidenziare che il nostro clima sta crollando, possiamo scegliere di resistere a questo governo che ci sta tradendo, possiamo scegliere di farsi avanti e non restare a guardare”.

LEGGI ANCHE: Newcastle, tifosi impazziti dopo il cambio di proprietà: lanciano soldi in strada. VIDEO