Coppa Italia: Juventus-Lazio, parla Allegri: “Partita importante”

A parlare della partita di Juventus-Lazio lo stesso Allegri, che l'ha definita "importante" per continuare il percorso nella competizione.

La Coppa Italia si fa sempre più interessante. Dopo il passaggio del turno dell’Inter contro l’Atalanta, toccherà a Juventus e Lazio affrontarsi e chi vince affronterà proprio i nerazzurri. Una gara molto delicata e quasi un “ultimatum” per la Vecchia Signora. A parlare della partita di Juventus-Lazio lo stesso Allegri, che l’ha definita “importante” per continuare il percorso nella competizione.

Massimiliano Allegri in vista di Juventus-Lazio

A circa un giorno dalla sfida contro Maurizio Sarri, Allegri ha parlato di diverse tematiche, dal mercato agli infortuni, soffermandosi anche sullo stato di forma dei vari giocatori.

Una conferenza stampa che evidenzia la condizione dei bianconeri. Si è soffermato su chi dovrebbe esserci:

Vlahovic sicuramente sarà titolare. Sugli altri devo decidere, la partita può finire nei 120 minuti. Le sostituzioni saranno più importanti, poi dopo l’ultima rifinitura deciderò la formazione”.

L’idea di mettere in pratica una difesa a 4 c’è stata dall’inizio, ma i tanti stop hanno impedito ad Allegri di lavorare a pieno organico:

“La soluzione Chiesa-Di Maria più la punta era una soluzione che ho in mente dall’inizio. Poi le vicissitudini del calcio… Pogba che sta fuori, Di Maria 1 mese e mezzo, Chiesa che non rientra… La squadra ha trovato un assetto diverso. I giocatori arrivano da infortuni lunghi: si parla di Chiesa da 10 mesi, Pogba da aprile non gioca una partita. C’è fatica a rimettere in moto la macchina, dopo una settimana ha avuto indolenzimenti, dolori, ci vuole tempo”.

Iscriviti alla nostra newsletter: le notizie e gli approfondimenti, in anteprima

La situazione mercato e la condizione a livello morale

Il tecnico livornese ha risposto anche alle domande legate al mercato, seppur sia stato molto limitato:

“La Juve ha fatto un buon mercato, ha centrato gli obiettivi: McKennie voleva andar via, ha trovato una bella soluzione. Italia e Inghilterra? Inutile fare i paragoni, il rapporto è 1:4. La Premier fattura 8 miliardi, la Serie A 2 miliardi”.

Inutile nascondere che la penalizzazione ha danneggiato, e non poco, i bianconeri. La Juventus deve dunque ricorrere alla Coppa Italia, unico obiettivo stagionale in questo momento:

Partita importante, obiettivo diverso dal campionato. Dopo la reazione buona con l’Atalanta, venivamo dall’immediato, dove ci hanno tolto 15 punti due giorni prima, poteva esserci un problema e così è stato. Non sono alibi quelli dei 15 punti, ci penserà la società a vedere dove possiamo difenderci. Non dev’essere un alibi o una giustificazione, dobbiamo andare in campo e fare quanto occorre fare. Forse è la prima volta che vengono tolti 15 punti dalla classifica, eri terzo e torni sotto. Ora riprendiamo per la prima volta, bisogna gestire al migliore dei modi. La partita di Coppa Italia va fatta nel migliore dei modi, faremo il massimo“.

Bisognerà lavorare con calma e attenzione, nella speranza di vincere i  quarti di finale di Coppa Italia, in programma Giovedì 2 Febbraio ore 21:00.

LEGGI ANCHE: Antonio Conte si ferma per problemi di salute: l’allenatore si deve operare.