Sports Bilancio Barcellona e Real Madrid 2021: in Spagna interviene lo Stato a...

Bilancio Barcellona e Real Madrid 2021: in Spagna interviene lo Stato a salvare il calciomercato

La crisi colpisce duro il calcio mondiale e mentre in Italia ci si interroga su fino a dove la Figc si possa spingere nel dare copertura ai club in difficoltà con il pagamento degli stipendi (l’Inter ma non solo), altrove non si fanno problemi a mettere le mani nei conti dello Stato pur di salvaguardare il bilancio 2021 delle squadre. Succede in Spagna, ad esempio, dove Barcellona e Real Madrid stanno facendo incetta di prestiti, pubblici e privati, per non dover tagliare senza pietà. Il Barça, alle prese con un difficile rinnovo di contratto di Messi, ha realizzato una doppietta nell’arco di un paio di giorni: 500 milioni di euro da Goldman Sachs come prestito a lungo termine e la richiesta di aderire alla moratoria disposta dal Governo spagnolo per chi nei mesi scorsi ha preso i soldi dalla cassa Covid e ora deve restituirli. Una storia che, se spostata in Italia, finirebbe dritta in Parlamento tra urla e polemiche e che riguarda anche il Real Madrid.

Calciomercato 2021 a rischio per Barcellona e Real Madrid?

Le due regine della Liga hanno un debito di 300 milioni di euro complessivi – 200 i madrileni e 100 i catalani – con il Credito Oficial e hanno completato l’iter per posticipare (spalmando in molti anni) il rimborso del prestito alle casse dello Stato.

Nulla di illegale, per carità, essendo una misura approvata per dare sostegno alle imprese spagnole per cercare di uscire dalla crisi Covid e il calcio, in quanto industria, non ha regole diverse dalle altre imprese.

Il capolavoro, però, potrebbe essere completo se Barcellona e Real Madrid dimostreranno di avere i conti in rosso (molto prevedibile) e un fatturato in calo di almeno il 30%; condizioni grazie alle quali il debito potrà essere in futuro ridotto trasformandosi in parte in aiuto a fondo perduto.

Bilancio Barcellona e Real Madrid 2021, che ne pensa la Uefa?

Chissà cosa ne pensa la Uefa, sempre molto attenta a garantire pari condizioni per tutti in Europa. E chissà cosa ne pensano le società italiane, inglesi, francesi e tedesche alle prese con l’austerity per non saltare in aria. Perché mentre con una mano le due regine di Spagna chiedono soldi al Governo, con l’altra progettano un mercato d’assalto, da centinaia di milioni di euro. “Pagar pantalones” si dice in spagnolo. Il significato è chiaro a tutti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Comunali 2021, è ufficiale: si vota il 3 e 4 ottobre. Ballottaggi il 17 e 18 ottobre

La ministra dell'interno Luciana Lamorgese ha firmato il decreto: per le comunali si voterà il 3 e 4 ottobre (il 17-18 ottobre i ballottaggi)

Le sedi delle prossime olimpiadi? Ecco quali città le ospiteranno (e chi sta pensando di candidarsi)

La sede delle prossime Olimpiadi del 2032 sarà Brisbane, unica città candidata. I Giochi torneranno in Australia a distanza di 32 anni da Sydney 2000.

Ius soli sportivo: cos’è e come funziona lo strumento richiesto dal Coni

Lo Ius soli sportivo prevede la possibilità che giovani stranieri partecipino a competizioni per squadre italiane ma non permette di ottenere la cittadinanza escludendoli dalle convocazioni della Nazionale.

Iscriviti a True Sports

Ogni venerdì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Marcell Jacobs guadagnerà come un calciatore (anche grazie a Fedez)

Marcell Jacobs guadagnerà tanto dopo la medaglia d'oro conquistata alle Olimpiadi di Tokyo 2021. Solo la medaglia potrebbe valere fino a 5 milioni di euro.

Olimpiadi di Tokyo, tutti gli atleti lombardi saliti (fino ad ora) sul podio

Le Olimpiadi di Tokyo 2021 hanno registrato sul podio diversi atleti lombardi dalla spedizione azzurra. Un dato curioso e statistico che rimarrà negli annali sportivi.

Gregorio Paltrinieri, quando gareggia nei 10 km a Tokyo

Quando gareggia Gregorio Paltrinieri nei 10 km di fondo a Tokyo? Mercoledì 4 luglio alle ore 23:30 italiane, nelle dell'Odaiba Marine Park.

Ciclismo su pista, Italia in finale per l’oro (con record del mondo)

Ciclismo su pista, nell'inseguimento a squadre l'Italia si gioca l'oro. Contro la Nuova Zelanda la squadra stampa il nuovo record del mondo

Chi sono Ruggero Tita e Carolina Banti, oro nella vela categoria Nacra 17

Chi sono Ruggero Tita e Caterina Banti, i nuovi campioni olimpici della vela nella categoria Nacra 17. I due si sono incontrati nel 2016.