Live

Bebe Vio: “Ho rischiato di morire”. Il medico: “Così l’ho salvata in sala operatoria”

Bebe Vio medaglia d'oro alle Paralimpiadi 2021 a Tokyo. Poi svela: "Ho rischiato di morire ad aprile. Ecco perché"

Mitica Bebe Vio. Alle Paralimpiadi Tokyo 2021 la 24enne di Mogliano Veneto vince la medaglia d’oro nel fioretto femminile paralimpico, categoria B, conquistando così il suo secondo oro consecutivo. Sconfitta per 15-9 la cinese Jingjing Zhou, che già aveva battuto in finale a Rio 2016 per 15-7. Con questa sono 18 le medaglie dell’Italia ai Giochi paralimpici giapponesi. Ma la vincita della medaglia d’oro è anche l’occasione per una confessione choc da parte di Bebe Vio: “Ho rischiato di morire”.

Bebe Vio: “Ho rischiato di morire”. Rivelazione choc dopo la medaglia d’oro nel fioretto alle Paralimpiadi Tokyo 2021

“Ad aprile ho avuto un grave infortunio – ha raccontato Bebe Vio -: un’infezione da stafilococco al braccio sinistro, che è andata molto peggio del dovuto. La prima diagnosi era amputazione entro due settimane e morte entro poco. Sono felice, hai capito perché ho pianto così tanto?”. Poi la campionessa ha aggiunto: “Sono stata operata a inizio aprile e ho rimesso la protesi da scherma due mesi fa. L’ortopedico ha fatto un miracolo, si chiama anche Accetta tra l’altro… è stato bravissimo, tutto lo staff lo è stato. Questa medaglia assolutamente non è mia, è tutta loro”.

Bebe Vio e la sciabola, ecco perché non ha gareggiato

Bebe Vio pochi giorni fa aveva annunciato a sorpresa che alle Paralimpiadi 2021 di Tokyo (qui il programma giorno per giorno) non avrebbe partecipato alla gara di sciabola. “Non gareggio nella sciabola. Il motivo? Ve lo dirò”, aveva dichiarato sibillina. “La grave infezione che ho avuto è anche il motivo per cui non ho partecipato alle gare di sciabola”, ha rivelato dopo la vittoria nel fioretto la 24enne schermitrice azzurra, una dei due portabandiera azzurri ai Giochi (l’altro è Federico Morlacchi: chi è). E’ anche vero che la disciplina d’elezione di Bebe Vio è il fioretto, come ha sottolineato lei stessa: “E’ la mia gara”.

Il medico di Bebe Vio: “Così le ho salvato la vita in sala operatoria”

Parla il primario di Traumatologia dell’Irccs di Milano, Riccardo Accetta, che ha operato la campionessa olimpica ad aprile. “Bebe ha avuto una sublussazione traumatica del gomito in allenamento e il gomito è proprio dove lei ha l’invaso del fioretto. Hanno provato a trattarla con l’antibiotico ma non è bastato perché l’infezione ha colpito l’articolazione”, racconta in un’intervista a Repubblica. “Se non fossimo intervenuti subito l’infezione non curata avrebbe portato alla setticemia, e quindi anche alla morte“. 

E ancora: “All’inizio non voleva fermarsi, aveva gli allenamenti e un’Olimpiade da affrontare. La famiglia è stata decisiva”. Bebe Vio “è così piccola, minuta, giovanissima, nemmeno una montagna di uomo ce l’avrebbe fatta. Ma lì è tutta questione di testa, di voglia, e lei ne ha un serbatoio inesauribile”, racconta Accetta a Repubblica.

Bebe Vio, le gare a Tokyo 2021

Dopo la gara di sabato 28 agosto con il fioretto individuale, domenica 29 agosto Bebe Vio è tornata in pedana con il fioretto a squadre e ha vinto la medaglia d’argento insieme alle compagne di squadra.

Una lunga maratona in entrambe le giornate:

Sabato 28 agosto, dalle ore 4 alle ore 8: fioretto individuale femminile, dalla qualificazioni ai quarti di finale

Sabato 28 agosto, dalle ore 10 alle ore 13.30: fioretto individuale femminile con quarti, semifinali e finale

Domenica 29 agosto, dalle ore 2:30 alle 13.30: fioretto a squadre femminile con qualificazioni, quarti, semifinali e finale. 

Bebe Vio e gli altri atleti: come vedere le Paralimpiadi in tv

Per vedere gli atleti italiani bisogna rifarsi alla trasmissione generale delle Paralimpiadi 2021, i diritti tv sono targati Rai, che trasmetterà per 13 ore in diretta tra Rai Due e Raisport+HD. A differenza delle Olimpiadi, le Paralimpiadi saranno visibili anche su RaiPlay.

Come spiega l’ufficio stampa Rai, da mercoledì 25, con l’inizio delle competizioni, spazio al racconto in diretta, diviso tra Rai2, in onda dall’1.50 alle 10.10 e Raisport+HD, dalle 10.10 fino al termine della giornata di Tokyo, intorno alle 15.30. Dalle 15.30 alle 17.30, invece, senza soluzione di continuità, ancora sul canale tematico raggiungibile al 57 del digitale terrestre, la sintesi delle gare.

Infine, per approfondire i temi, per rivivere le emozioni e dare voce ai protagonisti, una doppia rubrica, su Rai2, a partire dalle 17.20: prima “Paralimpiche emozioni”, con Lorenzo Roata e Carlo Di Giusto, che offriranno un’analisi tecnica dettagliata della giornata appena trascorsa, e poi “O Anche No – Stravinco per la vita”, otto minuti di riflessioni sull’evento paralimpico, in una striscia quotidiana, realizzata in collaborazione con Rai Sport, Rai per il Sociale e Rai Pubblica Utilità, condotta da Paola Severini Melograni assieme a tanti ospiti legati al mondo della disabilità, dello sport, della politica e non solo.

Paralimpiadi 2021: come vederle in streaming web

Il tutto, in streaming live e, al termine di ogni giornata di gare, anche on demand, sarà totalmente fruibile anche su RaiPlay. Quindi, chi si è perso la gara in diretta di Bebe Vio, potrà sempre rivederla sul web anche in differita.