Politics Comunali Milano, nuova "lista civetta": allarme (condivisibile) di Italia Viva

Comunali Milano, nuova “lista civetta”: allarme (condivisibile) di Italia Viva

di Franco D’Alfonso*

Negli scorsi giorni è stata presentata dal sindaco Beppe Sala una “nuova” lista a suo sostegno centrata sulla richiesta di centralità del Sindaco e del Comune per la medicina del territorio. Noi non possiamo che esserne felici, dal momento che la tesi “Tutto il potere sanitario al Sindaco” è proprio quanto avevano sostenuto i Consiglieri comunali di Alleanza Civica a più riprese in Consiglio Comunale.

Avevamo persino richiesto – pensate un po’ – anche l’immediata allocazione di risorse per realizzare esperimenti di “Casa della salute” utilizzando i 500 mila euro del Fondo di Mutuo Soccorso per realizzare due hub vaccinali e di controllo, uno in area privata in un “Supercondominio” ed uno in uno “Spazio pubblico” del quartiere Olmi o Niguarda o comunque in un quartiere con meno servizi socio-sanitari rispetto ad altri.

Comunali Milano, nuova lista (civetta) “Milano in salute”

Purtroppo, né in quell’occasione né nei mesi seguenti, la proposta fu mai presa nemmeno in considerazione e anzi addirittura venne bollata come “non prevista dalle norme” da parte di molti che oggi si affollano a rilanciarla utilizzando addirittura lo slogan “Milano in salute”, che è il titolo che introduce il programma di Alleanza Civica pubblicato e registrato ormai nel settembre 2020, giusto sei mesi prima, quanto basta per la legge che regolamenta i diritti d’autore.

Ma metterla su questo piano potrebbe sembrare quasi clima da 5Stelle, che noi non frequentiamo e tanto meno ci piace imitare. In fondo il valore vero dei civici è diffondere idee e proposteEd è sempre un grande piacere quando qualcuno, tanto più se importante, le raccoglie e le rilancia.
Se… se ne riconoscesse una volta tanto il valore – e non dico la paternità ma lo stimolo – sembrerebbe perfino frutto di un lavoro politico e non della scoperta del tesoro del pirata Barbanera.

Ma se i Civici possono appellarsi al galateo del civismo, la politica però deve per forza utilizzare altri criteri di giudizio, per misurare efficacia, valore e coerenza sia degli obiettivi che ci si pone che delle alleanze e dei metodi nel perseguirli.

Comunali Milano, Italia Viva contro l’ennesima “lista civetta”

Se questo è vero, non è assolutamente da sottovalutare la posizione assunta da Italia Viva nei confronti di quella che viene denominata “ennesima Lista civetta”, con tutti i rischi di frantumazione elettorale che comporta.

Un allarme tanto più serio e condivisibile se lo si mette a confronto con lo sforzo unitario che le forze riformiste liberali e democratiche stanno facendo proprio a Milano, da dove potrebbe partire un esperimento di alleanze, capaci di andare ‘Oltre’ contrapposizioni ormai stereotipate, e anzi utile per l’evoluzione del sistema politico nazionale nell’epoca del Recovery Fund e della ricostruzione post Covid di cui c’è drammatico bisogno.

Post scriptum
A proposito, se si volessero utilizzare quei famosi 500 mila euro donati dai milanesi a questo fine, si può ancora farlo: sono ancora lì, un po’ impropriamente e stranamente fra i residui chiamati “avanzi di amministrazione” del Comune di Milano, siamo ancora in tempo…

*Da www.alleanzacivica.eu

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Chi è la fidanzata di Gregorio Paltrinieri?

Chi è Letizia Ruoli, la fidanzata del nuotatore Gregorio Paltrinieri? I due sono molto riservati ma sono insieme da tanti anni

Cantieri sulle autostrade: la mappa di agosto in Italia

Oltre alla normale presenza di ingorghi sulle direttrici più trafficate, quest'estate la viabilità sulle autostrade sarà complicata dalla presenza di quasi 400...

Ecco il piano scuola per il rientro in presenza a settembre: finestre aperte nelle aule e ginnastica senza mascherine

Il piano scuola del Governo per il rientro è stato fissato: dalle lezioni in presenza alle assunzioni dei docenti fino al 30 dicembre.

Iscriviti a True Politics

Ogni martedì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Cardinale Becciu, via al processo in Vaticano. Il quadro dello scandalo finanziario e le conseguenze della riforma del Papa

Caso Becciu, per la prima volta in Vaticano un cardinale è processato da laici. Segno che la resa dei conti è arrivata

Giuseppe De Donno, il dottore ucciso da invidia e interessi di parte

Un medico che ha messo sempre il paziente prima di tutto. E per questo è stato infangato da luminari colleghi e detrattori

Csm e magistratura, il pm Paolo Storari paga per tutti. Ma la vera storia è quella del “cesto di mele marce” di Di Pietro

Mario Chiesa diceva a Di Pietro: io sono la mela marcia? Ora le racconto il resto del cestino. Un'immagine perfetta di cosa sta accadendo in Procura a Milano e fra le toghe di mezza Italia

Inchiesta appalti negli Hotel, il sistema delle “società serbatoio”. Gip convalida sequestro da 22 milioni

Il Gip del Tribunale di Milano ha deciso di convalidare il sequestro di 22 milioni di euro a carico del gruppo Cegalin-Hotelvolver

Comunali Milano 2021, nella città simbolo del Covid è caccia al “professionista della salute” da candidare

Dopo l'arrivo del Covid crescono i medici che puntano ad entrare in politica (perchè la politica li cerca). L'esempio più lampante? Milano