Future Amazon sbarca nel settore sanitario con Amazon Care

Amazon sbarca nel settore sanitario con Amazon Care

Potremmo dire: come se la sanità americana non avesse già abbastanza problemi, ecco che arriva Amazon con la sua proposta. A parte gli scherzi, il lancio del servizio medico di Amazon, chiamato Amazon Care, è una notizia notevole, destinata a scompaginare le logiche del settore, almeno negli USA. Del resto, la disruption, lo sconvolgimento delle pratiche tradizionali, è il DNA stesso del gigante.

Amazon Care è nato nel 2019 come servizio interno all’azienda per la sede principale di Seattle. Dopo un anno e mezzo di rodaggio, ecco che è pronto a invadere i 50 stati americani, cominciando da quello di Washington. Ma di cosa si tratta?

Visite via app

Amazon Care affianca un servizio di telemedicina, fatto di visite virtuali con dottori e specialisti, a uno “fisico”. Nel secondo caso l’utente (o paziente?) potrà prenotare una visita casalinga direttamente via app, che sarà disponibile sia per iOS che Android. Il servizio viene promosso garantendo la velocità che ha fatto la fortuna dell’azienda e promettendo un parere medico “entro 60 secondi”. Tra i servizi inclusi, le vaccinazioni, tra cui quella contro il Covid-19, la compilazione di ricette, e il trattamento di “disturbi infortuni” vari.

Il precedente di Haven

Prima ancora di Care, Amazon aveva già saggiato il terreno della sanità. Nel 2018 aveva lanciato Haven, un’azienda fondata con Berkshire-Hathaway (il fondo di Warren Buffett) e JPMorgan Chase, allo scopo di “ridurre i costi della sanità” per le aziende. Haven non è stato un grande successo ed è stata sciolta proprio a inizio 2021, quando i tre giganti fondatori hanno deciso di continuare la ricerca indipendentemente. A quanto pare, Amazon non ne aveva più bisogno: era pronta a fare da sola.

Care sembra essere un prodotto pensato ad hoc per gli Stati Uniti, un paese con un sistema sanitario piuttosto particolare, in cui è il privato a farla da padrone. Rimane il dubbio su come potrà adattarsi a un sistema pubblico come il nostro. Meglio non sottovalutarlo, comunque: con Amazon non si sa mai.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici.

Iscriviti a True Future

Ogni mercoledì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Più articoli dello stesso autore

Allegri in pole per la panchina del Real (e Zidane alla Juve?)

L'ex tecnico di Milan e Juventus se la gioca con la bandiera di Madrid Raul Gonzalez Blanco. E intanto Allegri studia lo spagnolo con la compagna Ambra Angiolini

Salute Berlusconi, gli effetti del “long Covid”: ecco come sta

Girano voci contrastanti riguardo la salute di Berlusconi: il Presidente di Forza Italia è stato di nuovo ricoverato in ospedale per qualche...

Il giudice del “caso Salvini” che manda in tilt buonisti, sovranisti e pasdaran del lockdown

Nunzio Sarpietro assolve Salvini dal sequestro di persona per nave Gregoretti. Il leader della Lega esulta: “Un giudice che studia”. Ma è lo stesso che ha tolto l'associazione a delinquere alla ong Proactiva Open Arms ed è stato beccato a pranzo al ristorante durante il lockdown

Iscriviti a True Future

Ogni mercoledì mattina alle 6.50 gratis nella tua casella mail

Notizie Correlate

Perché Gucci investe nell’agricoltura rigenerativa?

E non solo: anche Timberland e Patagonia puntano sempre più sul settore

Fatturato in calo 5,4%: il peso economico del cambiamento climatico

Ogni grado in più ci costa una fortuna, secondo il Politecnico

Come Nick Clegg è diventato il Ministro degli Esteri di Facebook

Questa settimana si è parlato tanto di Oversight Board, da qualcuno definita “la Corte Suprema di Facebook”. Le somiglianze tra il gigante...

Piantare alberi è solo l’inizio. Anche se sono 60 milioni

La Fondazione Alberitalia vuole riempire il Paese di verde, e ha un piano

Trump vuole tornare online, i social preferiscono di no

Facebook conferma il bando mentre Trump si fa un Twitter personale