Viaggi Ue per i vaccinati, cadono le restrizioni: le nuove linee guida

Per i vaccinati i viaggi in Ue, con l'approvazione delle nuove linee guida, saranno più semplici. Ecco cosa cambierà

Viaggi nell’Ue più semplici per i vaccinati contro il Covid. La novità arriva dopo l’incontro dei ministri degli esteri dei 27 paesi.

Viaggi Ue, cadono le restrizioni per i vaccinati. Le novità

I ministri degli Esteri dei 27 paesi europei si sono riuniti e, per i tanti europei che desiderano tornare a viaggiare, hanno approvato importanti novità. Le nuove linee guida, infatti, chiedono di revocare le restrizioni per quanto riguarda i “viaggi non essenziali verso l’Ue” ma con una sottolineatura importanti.

Coloro che potranno viaggiare senza restrizioni, infatti, devono aver ricevuto l’ultima dose da almeno 14 giorni e non più di 270 giorni dall’arrivo, o abbiano ricevuto una dose di richiamo (o booster).

Il caso dei guariti

Per quanto riguarda i guariti dal Covid, invece, la revoca della restrizione è raccomandata anche per i guariti entro i 180 giorni (6 mesi) precedenti il viaggio verso qualsiasi Paese dell’Unione Europea. Per chi invece si è vaccinato con un vaccino approvato dall’Oms ma non dall’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) si starebbe andando verso la richiesta di un test molecolare Pcr negativo effettuato non più di 72 ore prima della partenza e si stanno studiando misure ulteriori per quanto riguarda l’isolamento e la quarantena.

Si sta inoltre valutando la richiesta di un Pcr negativo anche alle persone guarite dalla Covid-19 da più di 180 giorni, nonché a quanti sono stati vaccinati con un vaccino approvato dall’Ue ma che non sono in possesso di un certificato vaccinale europeo come il Green Pass.